lunedì, maggio 28, 2007

Un forma innovativa di advertising: le uova


Sull'onda della curiosità che ha suscitato di recente una simile iniziativa negli Stati Uniti, arrivano anche in Giappone le uova con la pubblicità su guscio ad opera di una nota catena di supermercati.
il primo sponsor, che campeggia con un'etichetta adesiva sia sul guscio sia sulla confezione, è il gigante alimentare nipponico Nisshin Food, particolarmente noto in patria, e non solo, per i suoi spaghettini cinesi istantanei.
lo scorso anno era stata lanciata negli Stati Uniti la prima iniziativa mondiale di advertising tramite le uova, in tutto 35 milioni di esemplari, i cui gusci erano stati utilizzati dall'emittente televisiva CBS per pubblicizzare serie poliziesche e sit-com, fra cui il popolare serial "CSI

martedì, maggio 22, 2007

Billboard Innovativo per WWF

Un altro esempio di Bilboard innovativo per una campagna realizzata dall'agenzia DraftFCB di Toronto per WWF. Grazie allo spostamento del sole e ad una tenda è stato simulato il fenomeno dell'innalzamento degli oceani, fenomeno veramente preoccupante per il nostro pianete.
Il livello degli oceani sta crescendo circa 2 millimetri l'anno e il responsabile principale sembra essere il surriscaldamento del pianete per colpa dell'uomo. Un tema ormai continuamente discusso da tutte le nazioni che speriamo si possa risolvere o almeno limitare.





lunedì, maggio 21, 2007

Lo spot giusto al momento giusto

















Nasce Adapt.tv, una start-up che crea pubblicità contestualizzata per i video. La frontiera del video advertising si allarga e cerca modelli di business vincenti.
Pubblicità e video: la nuova frontiera dell'internet e dei suoi modelli di business ultimamente si concentra qui. L'idea condivisa è che proprio nei video online, creati dagli utenti o inseriti dall'alto, ci sia la miniera d'oro tanto agognata dell'online. Complice la diffusione capillare dei collegamenti a banda larga, e la nascente industria della tv da gustare sul Pc.
Eppure, alla partenza dei primi servizi pubblicitari su siti del calibro di YouTube le cose non sono andate benissimo. I primi dati del video advertising online anzi, dicono gli analisti, sono scoraggianti. Ma è ancora presto per parlare: applicare un modello tradizionale a una nuova modalità di riversare contenuti nel web non è sufficiente. E' necessario invece iniziare a provare nuovi modelli di spot, per esempio.
Per questo motivo iniziano a nascere alcune piccole aziende - perlopiù al momento sono concentrate nella Silicon Valley - che propongono le nuove formule. Tutte da provare, analizzare, monitorare e soprattutto misurare. Tali piattaforme si pongono l'obiettivo di unire il mondo dei pubblicitari a quello dei siti che veicolano video gratuitamente.
E l'ultima nata tra queste è Adap.tv, nasce proprio in California, a San Mateo, e l'idea è di un personaggio conosciuto nel mondo dei servizi web: Amir Ashkenazi, co-fondatore di Shopping.com, la piattaforma per gli acquisti online che fu poi acquisita da eBay due anni fa.
Adap.tv, i cui servizi sono partiti ufficialmente lunedì scorso, analizza il contenuto dei video riversati nelle varie piattaforme e, in real time, accoppia a questi gli spot, secondo la dinamica che sta alla base della pubblicità contestuale di Google.
Gli spot possono essere posizionati, indifferentemente, sopra, sotto, a lato del video prescelto. Per cominciare, si tratta comunque di advertising testuale, ma presto si potrebbe trasformare in nuovi formati. Grazie poi agli accordi di Adap.tv con siti del calibro di Amazon e di Shopping.com, nel momento in cui nel video apparirà un prodotto (ad esempio un libro), si aprirà una finestra che pubblicizzerà la vendita del libro stesso attraverso Amazon.

venerdì, maggio 18, 2007

Fog Screen un nuovo prodotto innovativo per il marketing

Fog Screen, così è chiamato questo prodotto veramente innovativo nel campo dell'advertising e del marketing. Stupendo l'effetto che crea questo strumento in grado di produrre una "nebbia" che scende dall'alto verso terra quasi a creare una patina di fumo che puoi essere brandizzata o comunque utilizzata come fosse un panello. E' un prodotto davvero nuovo ed eccezzionale, potete vedere dai filmati cosa è in grado di fare. Sono sempre a disposizione per eventuali domande tecniche in merito.






giovedì, maggio 17, 2007

Il proiettore interattivo per il lancio di Spiderman3

Ecco qui un filmato della creatività utilizzata per Spiderman3 e di seguito quello realizzato in un Centro Commerciale di Roma utilizzando il proiettore:





Il video interattivo è un sistema di proiezione reattivo che permette di rendere la comunicazione visiva più dinamica e spettacolare. Un sistema di proiezione interattivo reagisce alla presenza delle persone nella zona limitata dalla proiezione stessa, i loro movimenti creano effetti visuali intriganti e impattanti. Gli utenti avranno l’impressione di attraversare a piedi un piscina virtuale, riproducendo il rumore dei passi nell’acqua.
La proiezione interattiva è un tipo di comunicazione ludica tra il pubblico e il messaggio dell’inserzionista.
Anche in ambienti dove l’animazione visiva è molto presente, la proiezione interattiva, per le sue spettacolari proprietà, crea un punto d’interesse e concentrazione di pubblico molto importante. Nel senso che i visitatori, passando davanti alla proiezione, ne vengono attratti, ci restano e vanno a cercare i loro amici per metterli a conoscenza dell’evento. L’esposizione di un elemento, messaggio, marca o prodotto promozionale è dunque molto lunga. La memorizzazione è eccellente perché è radicalmente innovativa e puo’ essere posizionata su delle superfici o in punti di passaggio importanti, è capace di generare un gran numero di contatti.
Il video interattivo attira più visitatori sul vostro stand. Non vi resta altro da fare che sensibilizzarli sul vostro prodotto, prendendo spunto da un logo o messaggio che si è aperto passando sull’acqua, sul ghiaccio, su delle foglie o sulla neve e che avranno virtualmente aperto, spostato o semplicemente toccato. Potete creare degli elementi interattivi all’entrata del vostro locale, davanti ad un bar, nei corridoi o sulla pista da ballo.

Evento di Marketing non Convenzionale

Si terrà a Milano il 22 maggio “Marketing Guerrilla”, l'evento dedicato alle tecniche di Marketing Non Convenzionale, in gradi di andare incontro al consumatore che cambia. Infatti, il profilo del consumatore sta cambiando, le scelte d’acquisto sono sempre più influenzate dalle esperienze degli altri consumatori e dal “buzz” della Rete. Di conseguenza investire ingenti somme nella comunicazione sui mezzi tradizionali non sempre porta i risultati desiderati.
Le strategie di comunicazione non convenzionali possono veramente raggiungere e coinvolgere attivamente il proprio target? E come riescono a diffondersi autonomamente ottenendo il massimo dei risultati con il minimo di risorse?
Nel seminario di Business International le strategie di marketing più innovative e le testimonianze dei nonconventional speaker di NINJAMARKETING,PROCTER & GAMBLE, KENWOOD, EUROP ASSISTANCE, GRANAROLO.

Espositori Innovativi grazie ai raggi del Sole


Prevedere un movimento per il materiale POP è sicuramente il modo migliore per aumentarne l'impatto. Ma come fare per evitare fastidiosi cavi elettrici e prolunghe? Da oggi basterà un timido raggio di sole! Outwater Plastics infatti dona agli espositori un “movimento perpetuo” grazie alla comoda, pulita e gratuita energia solare.
Gli espositori Solar Powered sono disponibili nei due movimenti, rotatorio e pendolare (avanti-indietro, destra-sinistra), e possono anche essere adattati a movimentare display preesistenti grazie al meccanismo installato sulla base: dai nuova vita al tuo vecchio display!
Ovviamente non è necessario “tenerli al sole” ma basterà una qualsiasi e normale fonte di illuminazione, anche la luce interna al neo tipica dei supermercati.
Via
Marketing Journal

mercoledì, maggio 16, 2007

Un prodotto innovativo per l'advertising

In questo video potete vedere le potenzialità di questo prodotto innovativo che riesce a proiettare qualsiasi immagine elaborata al computer e qualsiasi tipo di creatività in modo che questa possa interagire direttamente con qualsiasi oggetto, ottimo da utilizzare nei centri commerciali o comunque in spazi chiusi e poco luminosi. Si possono creare tantissimi effetti a seconda del tipo di comunicazione si usa o secondo il prodotto che si vuole promuovere, in alcuni casi è stato utilizzato anche da Tim e Heineken per proiettare un piccolo campo di calcio e poter giocare interaggendo con un pallone proiettato a terra, ma credo che le immagini possano spiegarvi meglio come funziona, per qualsiasi informazione tecnica sono a disposizione. Crea tanta curiosità alle persone e soprattutto è un mezzo innovativo che spero si diffonda.

martedì, maggio 15, 2007

A Roma la sperimentazione per le info sul traffico direttamente sul telefonino


Da domani a Roma sarà attivo «Atac mobile», il sistema che permette di avere sul proprio telefonino, via internet, informazioni sul traffico e sul servizio di trasporto pubblico della capitale: tempi di attesa del bus alla fermata; percorso e linee da prendere per andare da un punto all’altro della città; stato del traffico sulle principali strade, vedendone anche le immagini attraverso le 45 telecamere poste negli snodi principali; tempi di percorrenza sui lungotevere e sul Muro Torto.

A parte Londra che ha avviato un sistema sperimentale più limitato, Roma è la prima città a dotarsi di un simile servizio.
Al servizio, che parte in via sperimentale per tutto il 2007, potranno accedere i primi duemila abbonati annuali Metrebus che si iscriveranno registrandosi sul sito www.atac.roma.it . Dal 2008 Atac mobile» sarà esteso anche nell’orario: ora è attivo dalle 6:30 alle 22.

I costi, è stato spiegato, sono quelli del collegamento per «scambio dati» e variano a seconda del gestore dei telefonini, da pochi centesimi a parecchio di più. L’Atac ha già avviato contatti con i gestori per cercare di uniformare questi costi.

«Questo servizio - ha detto Veltroni - fa parte del processo di ammodernamento della pubblica amministrazione e del rapporto dei cittadini con la città attraverso l’uso delle nuove tecnologie. » A Roma ci sono molte zone wireless, si può pagare il parcheggio o acquistare un biglietto dell’autobus con un sms, pagare l’Ici e le multe attraverso il sito del comune. Da oggi Roma diventa una delle città più avanzate sulla infomobilità.

Il nuovo servizio «Atac mobile» trasformerà il telefonino, in una sorta di «palina elettronica portatile», con le stesse informazioni sui minuti di attesa per l’arrivo dell’autobus disponibili alle fermate.

Il sistema, è stato spiegato, è fruibile tecnicamente dall’ 80% dei telefonini diffusi a Roma, dotati di una tecnologia che consente il collegamento a internet. Le informazioni relative al trasporto pubblico si riferiscono al 66% delle linee e al 78% delle fermate, quelle cioè coperte dal sistema di controllo satellitare Avm dell’Atac. Si tratta di 234 linee su 355 e di 6.486 fermate su 8.261. Le comunicazioni sui tempi di percorrenza sul lungotevere e sul Muro Torto sono le stesse dei pannelli a messaggio variabile.

«Sarà così possibile ad esempio - ha detto Veltroni - sapere da casa fra quanto l’autobus sarà alla fermata e uscire in tempo per andarlo a prendere».

Quanto al collegamento con le immagini delle telecamere per controllare la situazione del traffico, al momento, è stato spiegato, sono visibili quelle relative al Muro Torto, alla via Flaminia, alla via Ostiense e al Circo Massimo.

«Atac Mobile» è costato poco più di un milione di euro: 130.000 euro messi dal Comune di Roma, attraverso i poteri speciali sul traffico; 211.000 euro dal ministero dell’Ambiente; 711.000 euro dall’Atac Spa.

via: La Stampa

venerdì, maggio 11, 2007

Comprare un Hamburger con il telefonino


L'operatore telefonico NTT DoCoMo e la catena di fast food McDonald's stanno lavorando a un servizio che permetterà ai cittadini giapponesi di pagare gli hamburger con il telefonino. La notizia, riportata da BBC News , conferma quel trend di trasformazione radicale che sta mutando il telefonino in uno strumento decisamente più complesso, per il quale prima o poi bisognerà inventare anche un nuovo nome.

Alla recente fiera 3GSM World Forum di Barcellona si è visto, sentito e provato di tutto: librofonini, sistemi di navigazione satellitare, cortometraggi di Sundance, reality-show, musica. Sul cellulare ormai telefonare non va più di moda. Bisogna fare altro. I progressi tecnologici, la banda sempre più larga e il matrimonio in atto con Internet ampliano all'infinito le potenzialità di distribuzione e trasmissione di contenuti multimediali senza fili. Anche quelli molto "pesanti", come video e tv, che infatti sembrano essere le nuove frontiere della telefonia mobile, quelle su cui puntano maggiormente aziende produttrici, gestori e media company.

Ma c'è una scommessa ancora più grande: trasformare il telefonino nella carta di credito del futuro. I segnali sono fortissimi e vanno ben al di là della possibilità di acquistare un cheeseburger con patatine a Tokyo senza mettere mano a uno yen. A Barcellona la GSM Association ha lanciato un'iniziativa chiamata “Pay-Buy Mobile”, che coinvolge 14 grandi operatori internazionali (tra cui Telecom Italia) con l'obiettivo di varare uno standard di pagamento univoco per il telefonino.

Il consorzio muoverà i primi passi in Corea del Sud, uno dei paesi tecnologicamente più avanzati del pianeta, nonché uno dei pochi in cui i cittadini stanno già testando alcuni servizi rivali di pagamento. In Giappone, intanto DoCoMo e McDonald's contano di varare il loro nuovo servizio a luglio, puntando su quei tre milioni di utenti locali che già oggi utilizzano il telefonino come “portafoglio digitale” (per acquistare i biglietti del treno, per esempio).

E la vecchia Europa? Secondo BBC News, anche in Inghilterra sta per essere lanciato un sistema ibrido di acquisto e pagamento di biglietti ferroviari tramite Internet e cellulare. In alcune città italiane invece si può già pagare il parcheggio dell'auto tramite sms. Avvisaglie ancora piccole e frammentate dell'ennesima rivoluzione che la tecnologia porterà alle nostre abitudini.
LUCA CASTELLI su www.lastampa.it



giovedì, maggio 10, 2007

Incentive Sportfive 2007


Anche quest'anno a fine campionato è previsto l'incentive organizzato da Sportfive per i propri clienti nei giorni che vanno dal 24 al 26 Maggio 2007. La location sarà il Palmasera Village di Cala Gonone in Sardegna di proprietà di Checchi Group, Official Business Site della SS Lazio Spa. All'incentive saranno presenti tutti gli Sponsor delle squadre di cui Sportfive detiene i diritti Marketing: Atalanta, Fiorentina e Lazio.
Il programma dei tre giorni prevede un Workshop dove verranno presentati i dati del campionato relativi alle tre squadre e anche, ovviamente, la possibilità di un pò di svago grazie al Villaggio che mette a disposizione una splendida spiaggia oltre i campi da tennis e da calcetto.

mercoledì, maggio 09, 2007

Bibite gratis ai distributori


Una bibita gratuita in cambio di pubblicità. L'idea è venuta alla Apex Corp, il principale gestore di distributori automatici in Giappone, titolare di ben 35mila macchine sparse in tutto il Paese. L'iniziativa innovativa, chiamata ‘Mediacafè', permette di visionare brevi spot pubblicitari nell'attesa della preparazione della bevanda, che, in tal caso, sarà interamente gratuita.
Durante la preparazione della bibita, uno spot di circa 30 secondi viene visualizzato su un ampio schermo di 19 pollici posizionato sulla parte frontale della macchina. Il costo delle bibite (70-80 yen, circa 50 centesimi di euro) sarà interamente coperto dall'inserzionista, che potrà pubblicizzare i propri prodotti non solo in video ma anche sui bicchierini di carta.

L'iniziativa partirà inizailmente su alcune decine di distributori nella zona di Tokyo, e in caso di una buona risposta del pubblico agli sponsor, sarà estesa al resto del Paese. Secondo le stime del gestore, il giro d'affari di Medicafè dovrebbe aggirarsi sui 400 milioni di yen annui (2,5 milioni di euro) per un totale di 5-6 milioni di bevande consumate.

Campagna Adv per la nuova FIAT 500

Pubblico qui di seguito un idea di un ragazzo (Paolo Pappalardo) riguardo una proposta di non-conventional Adv, per il concorso per il lancio della nuova Fiat 500. I ragazzi mi hanno scritto chiedendomi un parere in merito, chiedo anche voi di lasciare un commento su questa idea, ecco il Brief:


CONCORSO VOGLIOUNA500.IT per averla basta volerla

RATIONAL:

Esaltare l'italianità della 500 mi sembrava terribilmente scontato. Altrettanto banale mi sembrava parlare dei benefit dell'auto: prestazioni, consumi, sicurezza …non stiamo mica
pubblicizzando un'auto qualunque! Ho voluto esaltare la personalità, il carattere frizzante, lo spirito estroverso della nuova 500 …un auto più da essere che da avere, icona del divertimento e della easy life, una community car con la quale fiat si riavvicinerà ai giovani.

SCRIPT:

Questa è un'idea di viral e guerrilla marketing a costi zero (o quasi). Qualcosa di assolutamente mai visto che coinvolgerà, divertirà, contagerà migliaia di giovani in tutto il mondo.
Tutto parte dall'organizzazione di un concorso per vincere una 500: i partecipanti devono inviare un video in cui mostrano a molte persone la scritta VOGLIOUNA500.IT
Possono scriverla dovunque (su un cartello, sul corpo, ecc) e per attirare l'attenzione di molta
gente possono fare qualcosa di strano come nel video: Claudio va inscooter per la città in boxer e cravatta con la scritta sulla schiena; Paolo va in un affollato centro commerciale in accappatoio, ciabatte e asciugamano in testa con il cartello attaccato al carrello.
Possiamo già immaginare i tifosi allo stadio con un enorme striscione o qualcuno che mostra un cartello tra il pubblico di un programma TV in diretta. Proprio tu che stai leggendo magari stai già pensando a un video divertente da inviare, potresti vincere una 500!
Il vincitore sarà scelto dagli utenti del sito www.vogliouna500.it dove saranno esposti tutti i video. Votando il proprio video preferito si potranno vincere gadget e abbigliamento Fiat (questo incentiverà le votazioni). Ogni partecipante inviterà i suoi amici ad andare sul sito per votarlo. Chi espone la scritta compie un'azione di guerrilla marketing e allo stesso tempo, invitando la gente sul sito, innesca i meccanismi del viral marketing…passaparola, link o addirittura la pubblicazione dei video sul proprio blog come si fa con quelli di youtube. Tutto ciò senza costi per Fiat.
La gente che ha visto Paolo in accappatoio a fare shopping, incuriosita andrà sul sito dove scoprirà l'esistenza del concorso, guarderà i video, linkerà il sito ad amici e con buona probabilità invierà il proprio video.
Ricordiamoci che l'iniziativa è rivolta a un pubblico giovane, estroverso, che ama essere protagonista, mostrarsi su internet (vedi youtube) ed ha mezzi e competenze per registrare un video (anche con il cellulare).
Chi mostra la scritta invita la gente sul sito, ma vogliouna500.it è soprattutto la risposta di Paolo a chi si chiede perchè stia in accappatoio al centro commerciale. Pur di avere una 500 si è disposti a tutto!
L'operazione porterà tantissima gente sul sito dove, naturalmente, ci saranno banner per promuovere la 500 e non solo. Inoltre per votare il video preferito ci si dovrà registrare fornendo dati personali ed email, utili per future azioni di direct marketing.
Si potrebbe proporre il concorso anche fuori dall'Italia, ad esempio in UK,USA eAustralia ci sarebbe iwant500.com, in Francia ci sarebbe jeveuxune500.fr.


Paolo Pappalardo : paolopappalardo@gmail.com

martedì, maggio 08, 2007

Nuovo Spot Tv Pepsi

Ecco il nuovo spot della Pepsi con Leo Messi, Ronaldinho, Rafa Márquez, David Beckham, Frank Lampard, Thierry Henry e Cesc Fábregas .

La campagna si completa poi con il sito www.howyoufootball.com
Agenzia: CLM BBDO.


domenica, maggio 06, 2007

Outdoor creativo e innovativo



Is invisibility possible? Invent your future with a career in science


Advertising Agency: MacLaren McCann, Calgary, Canada
Creative Director: Mike Meadus
Art Directors: Brad Connell, Kelsey Horne
Copywriter: Andrew Payne

sabato, maggio 05, 2007

La creatività di Pan di Stelle con Elumin8

Eccola in anteprima la creatività studiata per Pan di Stelle utilizzando Elumin8:

Elumin8 scelto per la campagna outdoor di Mulino Bianco


IGPDecaux Innovate presenta al mercato italiano, la tecnologia Elumin8 scelta da Mulino Bianco Barilla per la comunicazione on air fino a fine aprile di Pan di stelle. Elumin8 rende possibile l'illuminazione graduale, dinamica e variabile di alcune parti del manifesto grazie a diversi circuiti elettrici che stimolano i pigmenti applicati al manifesto in PVC. In questo caso ciò ha permesso di dare particolare risalto alle stelle, protagoniste e filo conduttore fra i tre prodotti Pan di Stelle: biscotto, torta e merenda. La volontà di rendere il più visibile possibile le stelle è stata mantenuta anche nella realizzazione del jumbotram decorato, in circolazione a Milano, che presenta parti della pellicola, rifrangenti. La creatività studiata da Future Brand, articolata su tre soggetti e gioca sulla tradizione legata alle stelle del biscotto ora presenti anche per la nuova torta e la merenda Pan di stelle. Il piano media outdoor studiato da Kinetic (centro media madre: MediaEdge:Cia), comprende diversi prodotti IGPDecaux, tra cui: 300x70 sulla fiancata sinistra di autobus e tram in 30 città italiane, autobus decorati nelle sette big-cities, manifesti nelle metropolitane di Milano, Roma e Torino, pensiline e altri impianti di arredo urbano.

Avevo già parlato di questa innovativa tecnologia introdotta in italia in un altro Post di cui sotto potete anche vedere il video

venerdì, maggio 04, 2007

Cenare all'aperto in modo innovativo


Scoppia il nuovo trend delle «concept dining», cene al limite del particolare. Una cena da 15 mila euro in mezzo alle nuvole
Stufi dei soliti ristoranti? In cerca di una nuova esperienza culinaria davvero da sballo? Allora c'è n'è una che le batte davvero tutte. Si tratta della «Cena fra le nuvole»– una nuova esperienza gastronomica davvero «stellare», stando a quanto assicurano i suoi promotori. Cena fra le nuvole, sospesi nel vuoto, ovvero «Dining in the Sky» è una società di catering d'alto livello che organizza cene nel cielo, ovvero in un ristorante sospeso nel nulla a 50 metri d'altezza. Il tavolo, che pende da una gru, ha spazio per circa 22 posti – tutti sedili neri in stile caccia-bombardiere e super cinturati, dove gli avventori vengono saldamente legati per tutta la durata del pasto. Nel «pozzetto» del tavolo c‘è una piccola cucina con forno e frigorifero e due camerieri che offrono bevande e servono le tante portate della cena a cinque stelle, con aragosta, caviale e ogni altra delicatezza, accompagnata da una pregiata lista di vini e fiumi di champagne. Le posate, in argento, sono legate al tavolo con del velcro e bisogna stare attenti ai bicchieri e ai tovaglioli, per evitare che volino via. Si tratta, in tutti i sensi, di una cena assolutamente fuori dalla norma e, per circa 15mila euro, può essere offerta nel giardino di casa vostra. La rivista americana Forbes ha incluso «Dinner in the Sky» fra i 10 ristoranti più eccentrici del mondo e si tratta di un esempio del nuovo trend, scoppiato a New York e subito arrivato a Londra di «concept dining», ovvero cene che diventano esperienze particolari, non solo limitate al cibo, concetto sul quale si stanno lanciando tutti i top chef del mondo. Nato in Belgio, il progetto «Dinner in the Sky» ( www.dinnerinthesky.com ) è ora disponibile in tutto il resto d'Europa e sta facendo impazzire gli inglesi, amanti di ogni genere di bizzarria. Naturalmente questa è un'esperienza che si gode meglio nei mesi estivi e una condizione sine qua non per dare il via alla cena è il buon tempo. La società è infatti assicurata contro il maltempo e si rifiuta di accettare ospiti in caso di vento forte o possibilità di cambiamenti nelle condizioni atmosferiche. L'unico problema, per chi l'ha già provata, è la mancanza di toilette (se scappa bisogna aspettare di tornare a terra) e il forte brusio che rende ogni tipo di conversazione quasi impossibile.

Deborah Bonetti su www.corriere.it

Burn Energy Drink in strada a Roma



E' partita la campagna di street marketing di Burn, l’energy drink di Coca-Cola.
Nelle piazze e nei luoghi più importanti di Roma, ma anche sulle spiaggie di Ostia, la gente avrà la possibilita' di provare il gusto di Burn direttamente offerta dalle bellissime ragazze Burn.

Potete andare anche sul sito per GIOCARE


Photos by Stefano Caporilli

mercoledì, maggio 02, 2007

Una discoteca innovativa in Olanda


A Rotterdam, scenario di progetti ecosostenibili e innovativi, possiamo trovare la discoteca Off-Corso, dove troviamo un sistema veramente innovativo per avere energia sostenibile.
Visto che ad ogni passo che muoviamo produciamo energia perché non provare a catturarla e utilizzarla come fonte di energia pulita e rinnovabile?

E’ quello che succede a Rotterdam, nella discoteca Off-Corso, la prima discoteca ecologica al mondo. Il locale, infatti, proprio grazie al movimento creato dai clienti che danzano in pista, riesce a produrre energia ed utilizzarla per illuminare ed animare il locale.
Tutto questo grazie ad uno speciale pavimento, al di sotto del quale sono posizionate delle apparecchiature in grado di trasformare le variazioni di pressione, dovute ai clienti “danzanti”, in energia elettrica da utilizzare per movimentare il locale.

Guarda il video della discoteca Off-Corso



Nuova campagna mondiale della Absolut Vodka

“In an ABSOLUT world” è la nuova campagna lanciata da ABSOLUT VODKA con la quale sperano di iniziare un dibattito o comunque avere un riscontro sul cambiamento dei consumatori riguardo la visione personale del mondo......ecco alcune immagini




La campagna sarà lanciata nell'estate del 2007, cominciando con la Germania e gli Stati Uniti nel mese di maggio per poi andare in altri 12 stati La campagna sarà disponibile nei mezzi stampata e digitale della TV.
Mentre qui sotto alcune foto dell'ICE BAR di Milano.