venerdì, gennaio 12, 2007

Arrivano gli ascolti sulle satellitari

Svolta nella vicenda Auditel. Il giudice Chindemi ha ritenuto congrui gli sforzi tecnici e metodologici effettuati da Auditel per adeguarsi agli indirizzi delineati dall’Agcom e ha posto fine all’inibizione alla pubblicazione dei dati disaggregati sull’ascolto delle satellitari messa in atto dal giudice Lamanna in seguito al ricorso di Sitcom. Plaude al risultato Auditel, attraverso il presidente Giulio Malgara , Sky si dichiara soddisfatta del risultato ottenuto.
E ora? Nel calendario di Auditel (che fa partire le settimane alla domenica) il 5 febbraio - con la piena operatività del cambiamento nella ricerca e le sigle degli editori sui contratti per la pubblicazione dei numeri - dovrebbe essere la prima data utile per l’avvio della nuova era. Con disponibili i dati di Sky, Fox, Jetix, Rai e di molte altre emittenti...La causa Auditel-Sitcom continuerà a seguire il suo corso, ma la revoca della sospensione cautelativa dei dati disaggregati cambia lo scenario. La Corte d’Appello motiva la propria decisione con diversi fattori: la presa d’atto che l’Agcom non ha rilevato profili di inattendibilità della metodologia utilizzata da Auditel, l’impegno della stessa Auditel a effettuare gli ‘allineamenti tecnici e metodologici’ richiesti dall’Agcom, e infine l’ampliamento del cda di Auditel, con l’ingresso di cinque nuovi amministratori, fra cui uno o più rappresentanti dell’Agcom. Le reazioni sono varie, ma generalmente positive. Per Giulio Malgara, presidente di Auditel, “dall’ordinanza emergono gli sforzi tecnici e metodologici compiuti da Uditel e una valutazione positiva del suo operato”. Tullio Camiglieri direttore della comunicazione di Sky esprime grande soddisfazione “perché questa decisione è quella che Sky ha sempre auspicato in questi mesi”. Valter La Tona, presidente di Sitcom, ricorda di non aver voluto ostacolare l’iniziativa di Sky, ma sottolinea che “per ora tutte le famose modifiche di Auditel sono solo dei ‘faremo’, delle buone intenzioni. Manteniamo le nostre riserve, e proseguiamo con la causa, perché riteniamo che il danno c’era e c’è ancora. Quanto alla pubblicazione dei nostri dati, non la escludiamo. Valuteremo”. Francesco Nespega, managing director di Jetix, esprime soddisfazione e aggiunge: “In questo processo è ovviamente importante che vengano distribuiti i dati di tutte le emittenti satellitari per permettere un confronto tra loro in termini di performance di ascolto. Ci aspettiamo ora che Sky inviti tutti gli editori dei canali della piattaforma ad adeguarsi in tal senso”. Jaime Ondarza, ad di Tbs Italia, invita gli altri editori a “non gettare la spugna, perché non sono ancora sufficienti la trasparenza dell’indagine e la rappresentanza degli editori satellitari nella governance di Auditel, che è nata per i grandi ascolti”. Ondarza sarebbe favorevole alla pubblicazione dei dati di Tbs solo “alle condizione che noi editori abbiamo chiesto”. Infine Disney Tv Italia fa sapere che è favorevole alla pubblicazione del proprio dato, “perché non abbiamo niente da nascondere e anzi vedremo sicuramente confermata la leadership nel target bambini”, ma esprime riserve su Auditel, “che va aggiornata e migliorata”.

Nessun commento: