venerdì, dicembre 07, 2007

Nuove campagne Outdoor 3D


Procter & Gamble l’ha scelta come mezzo di comunicazione per il suo prodotto Braun Pulsonic. L’oggetto della novità è un pannello modulare di 6 m x 2 m posto all’interno dell’aeroporto di Milano Linate e facente parte delle proposte INNOVATE di IGP Decaux.

La creatività riprende il "lite motive" dello spot televisivo e attraverso un effetto flip lenticolare mostra come le pulsazioni dell’innovativo Braun pulsonic sollevano i peli aiutando la rasatura.

Grazie alla sua dinamicità il pannello lenticolare incuriosisce lo sguardo fugace dei viaggiatori catturando immediatamente la loro attenzione e rafforzando così l’efficacia del messaggio.

La tecnica lenticolare ha già registrato stupefacenti risultati come nel caso dell’imponente Feature wall (40 mq) scelto da Ermenegildo Zegna per il suo nuovo negozio di Via Monte Napoleone (Milano) e realizzato da Cassina s.p.a., gode oggi di ulteriori possibilità visive grazie alla retroilluminazione che ne esalta ed accresce il valore.

Ulteriori informazioni sul sito della Tre D www.lenticolare.it

martedì, novembre 13, 2007

Nuova campagna outdoor Elumin8

E' uscita ad Ottobre la nuova campagna in esterna con tecnologia Elumin8 di Mars "Accendi il piacere".
Sembra che questa tecnologia stia prendendo piede in Italia e soprattutto a Milano dove le strutture utilizzate per l'outdoor permettono l'utilizzo di Elumin8 al meglio, grazie sempre a IG Decaux Innovate.
Sono previste ancora altre campagne di cui parlerò più avanti, intanto vi consiglio di ascoltare i pareri delle gente comune (....quindi i consumatori) nel video qui sotto:




Cliente: Masterfoods
Centro Media: Kinetic
Agenzia Creativa: BBDO

lunedì, novembre 12, 2007

I WILL BE BACK

Eccomi,
dopo circa tre mesi di esilio riprendo a scrivere sul mio blog con la speranza di trovare l'ispirazione giusta.
Da Giugno scorso, ancora per una volta, ho cambiato lavoro.....Sportfive non ha rinnovato il contratto con la SS Lazio e di conseguenza anche il mio mandato è finito ma non mi sono perso d'animo e ho trovato subito lavoro presso la FICIM eventi & comunicazione Srl una agenzia di pubblicità di Roma che si oltre ad occuparsi della realizzazione di eventi è concessionaria della pubblicità locale presso lo stadio Olimpico di Roma per la SS Lazio (...e ci risiamo...) e produce un programma Sportivo locale su radio e tv.


Il programma A TUTTO CAMPO va in onda su 101.5 Centro Suono Sport per lo streaming tutti i giorni dalle 14 alle 16.30 e in tv su IES Tv tutti i lunedì dalle ore 20.30 alle ore 22.
Mentre il giovedì sera va in onda A TUTTO CRAMPO, ideato e condotto da Francesca Bonfanti, Stefano Valvo e Giuseppe Lomonaco il programma è sullo stile di MAI DIRE GOL ma in forma più locale ovviamente...su youtube si possono trovare alcuni servizi della trasmissione con i divertentissimi personaggi come il poeta METELLO IMBRIANI e il cantante ROBERTO GUGLIEMI acerrimo nemico di Robbie Williams...in fondo due servizi presi da you tube

Ospiti del programma diversi personaggi importanti come Rino Tommasi, Graziano Cesari, Antonio Felici, Pierluigi Pardo, Carlo Zampa, Stefano Pantano, Massimo Molea, Claudio Moroni, e tanti altri.

Per questo programma mi occupo sia della gestione che della vendita degli spazi pubblicitari, lo steso per la concessione degli spazi locali per la SS Lazio.

Ora sono pronto per tornare alla ricerca di prodotti innovativi da usare in ambito pubblicitario e soprattutto a scrivere sul mio blog che avevo abbandonato...

a presto..







venerdì, settembre 21, 2007

Crazy Marketing Network


Crazy Marketing Blog, creato da Leonardo De Nardis, è in continua evoluzione ed ha creato il proprio network che darà a tutti la possibilità di una vetrina sempre più importante e prestigiosa.

Crazy Marketing Network


Ricordo a tutti che nessuno dei blogger scrive a scopo di lucro.
TUTTI I BLOG DEL NETWORK SONO NO PROFIT

giovedì, luglio 19, 2007

Pannelli Lenticolari Innovativi


Ho scoperto questo nuovo prodotto innovativo utilizzato per l'outdoor ma non solo, sul sito della società TRE D Srl potrete trovare diversi esempi di campagna realizzate con IGPDecaux in Italia con i pannelli lenticolari.

Il sistema di immagini lenticolari si fonda su un principio già conosciuto dai primi anni del novecento. Ad alcuni note come millerighe.Tuttavia solo recentemente tale tecnologia è stata rivisitata e migliorata dalla Tre D s.r.l. tramite gli studi effettuati sulla Computer Grafica, l’ottica e i materiali, rendendo oggi possibili straordinari effetti visivi.


Il sistema lenticolare si basa sull’elaborazione di comuni immagini, non sono quindi richiesti file iniziali speciali.

Negli ultimi anni il reparto ricerca e sviluppo di Tre D si è particolarmente impegnato nella realizzazione di immagini lenticolari nel Maxi formato. Tre D è così recentemente riuscita a risolvere i problemi derivanti dalla sincronizzazione dei pannelli lenticolari giganti costituiti da moduli di ( 1,20 m x 2,40 m ) disponibili sia per interni che esterni.

Fonte: TRE D SRL



Sono tornato!!


Eccomi di ritorno.....con tanta fatica e tante novità!!

venerdì, giugno 22, 2007

Vado in vacanza


Ciao a tutti.....me ne vado in vacanza a riposare un pò...ci vediamo presto...

Guerrgilia Marketing di Philips

Bellissimo e divertente questo esempio di guerriglia marketing organizzato da Philips, un rasoio che insegue un pelo per la strade Brasiliane..


Jeep Wrangler : outdoor innovativo


Agency: BBDO Detroit, New York
Creative Director: Robin Chrumka
Art Director: John Ohea
Copywriter: Ty Hutchinson
Photographer: Midcourt Studios
Illustrator: Midcourt Studios

mercoledì, giugno 13, 2007

Marketing non convenzionale per CAPTIVA




Bellissima questa idea per la promozione della Chevrolet Captiva in inghilterra: hanno ricoperto la macchina di una patina argento da grattare (stesso sistema del gratta e vinci per capirci)e chi trovata la scritta "HAI VINTO" si porta a casa questo bellissimo Suv. La cosa importante è non esagerare con le monete e non graffiare la macchina....

martedì, giugno 12, 2007

Lo Specchio Magico : Innovazione e tecnologia



Inventato dalla Big Space, azienda multidisciplinare che unisce innovazione e design, con sedi a Milano e Londra e sviluppato dalla giapponese Fujitsu, che conta di introdurlo nei camerini dei negozi già dal prossimo mese, il «magic mirror» agisce come una vera e propria personal shopper futurista, proponendovi il vestito più giusto o l’accessorio più azzeccato, semplicemente leggendo il barcode di ogni capo che vi accingete a provare.E nel caso in cui vi servisse una taglia in più o in meno, nessun problema: si sfiora un tasto sullo specchio e la commessa arriverà con il cambio giusto, mentre voi nell’attesa potete ingannare il tempo guardando qualche spot pubblicitario, ovviamente fashion.

Dotato di un computer interno, uno schermo a cristalli liquidi, un decoder a radiofrequenza, un’antenna e degli altoparlanti, lo specchio magico ( si attiva alla prima occhiata e, dopo aver avvicinato l’etichetta, non solo ci si vede riflessi, ma si ottengono anche tutta una serie di informazioni relative al capo in questione, mentre toccando alcuni tasti posti in alto si hanno ulteriori suggerimenti relativi a taglie o colori a disposizione.

Presentato in anteprima al Technology Show di Birmingham, lo specchio ha conquistato la ventiquattrenne Vicki Stanfield, che è stata fra le primissime a sperimentarlo: «Quando vado a fare spese con il mio fidanzato – ha raccontato la ragazza - è un vero incubo, perché lui non sa mai cosa mi va bene, mentre lo specchio sa la mia taglia e mi dà pure dei suggerimenti azzeccati. E poi ci possono rimanere davanti delle ore, mentre il mio ragazzo dopo un’ora si stufa».

Commenti entusiasti sono arrivati anche dalla Fujitsu, come conferma Bill Waterson, responsabile del reparto vendite dell’azienda nipponica: «Lo specchio magico è, in assoluto, la cosa più vicina ad avere un proprio personal shopper che dà consigli appropriati e suggerimenti di stile, che sarà sempre a vostra disposizione e non diventerà mai impaziente e che non vi farà perdere tempo a cercare un commesso perché lo farà lui per voi».


Via

Cascate interattive o getti d'acqua?

Bellissimo questo effetto creato dalla Jeep per l'allestimento di una concessionaria di Detroit negli Stati Uniti, non riesco però a capire se l'effetto è dato un proiettore Fog Screen , come quello di cui avevo parlato in precedenza, o dall'effetto di getti di acqua.

lunedì, giugno 11, 2007

Billboard della Henkel


Divertente questo campagna per la colla della Henkel in affissione esterna.

Advertising Agency: DDB, Paris, France
Creative Directors: Alexandre Hervé, Sylvain Thirache
Copywriter: Céline Landa
Art Director: Benjamin Marchal
Advertiser’s Supervisors: Xavier Mendiola, Laetitia Vitalis
Account Supervisors: Sophie d’Aurelle, Camille Six
Photography: Joe Madsen

lunedì, giugno 04, 2007

Absolut Vodka Protest

Veramente divertente questo Spot dell'Absolut Vodka, una vera e propria Guerra di Cuscini, anche detta Pillow Fight, con qualche bombardamento dall'alto....


Bordocampo innovativo per la Pattex

Veramente innovativa oltre che divertente questo cartellone pubblicitario a bordocampo ideato dalla Pattex durante una partita di Calcio, i palloni rimangono incollati sul cartellone a dimostrazione di quanto il prodotto sia efficiente.

Agency: DDB Berlin, Germany
Executive Creative Director: Amir Kassaei
Creative Director: Mathias Stiller/Wolfgang Schneider
Copywriter: Kai Abd El-salam
Art Director: Andreas Böhm
Account Supervisor: Daniela Horsch/Nihan Erdivan/Katja Watterot

venerdì, giugno 01, 2007

Surface, il computer da tavolo interattivo di Microsoft

Quanto visto in Minority Report, il cult movie di Steven Spielberg in cui la tecnologia digitale la fa da padrona nella vita quotidiana, non è più solo pura fantascienza prodotta (con stile) a Holllywood. Microsoft, nel corso dell'evento D: All Things Digital organizzato a San Francisco dal Wall Street Journal, ha presentato "Milan", nome in codice del primo esemplare di Surface computer, la nuova rivoluzione del personal computing più volta predetta da Bill Gates, un "tavolino digitale" che vede la luce dopo cinque anni di test di laboratorio e che rappresenta il primo, enorme, passo in avanti in direzione dell'interazione uomo-macchina prossima ventura. I punti salienti di questa vera innovazione del gigante del software, illustrati in persona dal Ceo Steve Ballmer, è presto detta: il surface pc o "tabletop" computer come l'hanno già ribattezzato negli Usa non richiede più mouse e tastiera ma si utilizza attraverso la voce, una penna e soprattutto il tocco delle dita. «Con Surface – questo il messaggio lanciato da Ballmer – Microsoft sta creando per le persone strade più intuitive per interagire con la tecnologia e rompere le tradizionali barriere fra questi due mondi. Vediamo in questo settore potenzialità di sviluppo per svariati miliardi di dollari e prospettiamo un'era in cui il surface computing sarà ovunque, nei tabletop come nei banconi e negli specchi. Surface è il primo passo per realizzare questa visione». Il linguaggio dei computer, questo significa in concreto Surface, diventa sempre più prossimo a quello umano; Microsoft parla infatti di Nui, di Natural User Interface, una modalità naturale per le persone di interagire con i contenuti digitali utilizzando non altro che le proprie mani, per selezionare gli elementi presenti sullo schermo sensibile al tocco, ma anche disegnare e tracciare linee, cerchi e forme varie. Esattamente come faceva Tom Cruise nel film di Spielberg.
Sullo schermo touchscreen interattivo da 30 pollici, incastonato nel tavolino e dotato di apposita tecnologia di riconoscimento degli oggetti fisici, anche più utenti contemporaneamente potranno infatti interagire virtualmente con il sistema "muovendo" sopra di esso fotocamere o cellulari, bottiglie di vino o carte di credito e lasciando che il computer ne riconosca in automatico l'identità interagendo con il microchip (presumibilmente a tecnologia Rfid) che contiene le informazioni in formato elettronico degli oggetti stessi. Così facendo si potrà per esempio comprare schede telefoniche appoggiando il telefonino sul Surface posto all'interno di un negozio, selezionare e visualizzare foto e video da una telecamera digitale, riprodurre musica da un lettore digitale, consultare le mappe digitali archiviate su un navigatore satellitare, ordinare le pietanze o i drink preferiti via carta di credito scaricando in modalità "drag&drop" (con lo stesse modalità con le quali si sposta un'icona sul proprio desktop) il prezzo sulla carta e verificare, ma questo in un prossimo futuro, i cibi più adatti a una particolare etichetta di vino. Il cervello operativo del "tavolino" è un processore a 3 GHz che pilota schede grafiche non ancora disponibili sul mercato di massa; le immagini visualizzate agli utenti sono prodotte da un proiettore digitale a tecnologia Dlp (Digital Light Processing) mentre una batteria di videocamere a infrarossi sono incaricate di registrare tramite appositi sensori i movimenti operati sulla superficie dello schermo e garantire la gestione simultanea di un minimo di 52 tocchi diversi.
Microsoft, che produrrà in proprio il "dispositivo" con prezzi che varieranno dai 5.000 ai 10.000 dollari, ha spiegato come i Surface saranno inizialmente destinati a operare da "tavoli interattivi e intelligenti" presso luoghi pubblici, connessi a Internet e alla rete locale dell'esercizio dove saranno installati, e confermato in tal senso come i primi clienti in lista d'attesa (le prime sperimentazioni "live" di Milan sono previste per fine 2007) sono gli hotel e i resort della catena Starwood (che comprende gli Sheraton e i Westin Palace), i casinò Harrah Entertainment di Las Vegas, i negozi americani dell'operatore mobile T-Mobile e alcuni grandi ristoranti. Ancora pochi mesi, quindi, e molti americani potranno toccare letteralmente con mano la tecnologia un tempo ritenuta visionaria e domani, se i prezzi diventeranno più accessibili, il tavolino-computer potrebbe finire anche nelle nostre case.
di Gianni Rusconi Via

Esempio di marketing innovativo




Simpatica questa creatività realizzata per i rulli dei bagagli agli aereoporti per dare un idea di "grande" bagagliaio di queste auto...

Guerrgilia Marketing di Vodafone




Un esempio di Guerriglia Marketing per Vodafone in Australia che promuovere i Retro Arcade Games su cellulare.

Advertising Agency: JWT, Sydney, Australia
Art Director/Copywriter: Brendan Donnelly
Released: January 2007

lunedì, maggio 28, 2007

Un forma innovativa di advertising: le uova


Sull'onda della curiosità che ha suscitato di recente una simile iniziativa negli Stati Uniti, arrivano anche in Giappone le uova con la pubblicità su guscio ad opera di una nota catena di supermercati.
il primo sponsor, che campeggia con un'etichetta adesiva sia sul guscio sia sulla confezione, è il gigante alimentare nipponico Nisshin Food, particolarmente noto in patria, e non solo, per i suoi spaghettini cinesi istantanei.
lo scorso anno era stata lanciata negli Stati Uniti la prima iniziativa mondiale di advertising tramite le uova, in tutto 35 milioni di esemplari, i cui gusci erano stati utilizzati dall'emittente televisiva CBS per pubblicizzare serie poliziesche e sit-com, fra cui il popolare serial "CSI

martedì, maggio 22, 2007

Billboard Innovativo per WWF

Un altro esempio di Bilboard innovativo per una campagna realizzata dall'agenzia DraftFCB di Toronto per WWF. Grazie allo spostamento del sole e ad una tenda è stato simulato il fenomeno dell'innalzamento degli oceani, fenomeno veramente preoccupante per il nostro pianete.
Il livello degli oceani sta crescendo circa 2 millimetri l'anno e il responsabile principale sembra essere il surriscaldamento del pianete per colpa dell'uomo. Un tema ormai continuamente discusso da tutte le nazioni che speriamo si possa risolvere o almeno limitare.





lunedì, maggio 21, 2007

Lo spot giusto al momento giusto

















Nasce Adapt.tv, una start-up che crea pubblicità contestualizzata per i video. La frontiera del video advertising si allarga e cerca modelli di business vincenti.
Pubblicità e video: la nuova frontiera dell'internet e dei suoi modelli di business ultimamente si concentra qui. L'idea condivisa è che proprio nei video online, creati dagli utenti o inseriti dall'alto, ci sia la miniera d'oro tanto agognata dell'online. Complice la diffusione capillare dei collegamenti a banda larga, e la nascente industria della tv da gustare sul Pc.
Eppure, alla partenza dei primi servizi pubblicitari su siti del calibro di YouTube le cose non sono andate benissimo. I primi dati del video advertising online anzi, dicono gli analisti, sono scoraggianti. Ma è ancora presto per parlare: applicare un modello tradizionale a una nuova modalità di riversare contenuti nel web non è sufficiente. E' necessario invece iniziare a provare nuovi modelli di spot, per esempio.
Per questo motivo iniziano a nascere alcune piccole aziende - perlopiù al momento sono concentrate nella Silicon Valley - che propongono le nuove formule. Tutte da provare, analizzare, monitorare e soprattutto misurare. Tali piattaforme si pongono l'obiettivo di unire il mondo dei pubblicitari a quello dei siti che veicolano video gratuitamente.
E l'ultima nata tra queste è Adap.tv, nasce proprio in California, a San Mateo, e l'idea è di un personaggio conosciuto nel mondo dei servizi web: Amir Ashkenazi, co-fondatore di Shopping.com, la piattaforma per gli acquisti online che fu poi acquisita da eBay due anni fa.
Adap.tv, i cui servizi sono partiti ufficialmente lunedì scorso, analizza il contenuto dei video riversati nelle varie piattaforme e, in real time, accoppia a questi gli spot, secondo la dinamica che sta alla base della pubblicità contestuale di Google.
Gli spot possono essere posizionati, indifferentemente, sopra, sotto, a lato del video prescelto. Per cominciare, si tratta comunque di advertising testuale, ma presto si potrebbe trasformare in nuovi formati. Grazie poi agli accordi di Adap.tv con siti del calibro di Amazon e di Shopping.com, nel momento in cui nel video apparirà un prodotto (ad esempio un libro), si aprirà una finestra che pubblicizzerà la vendita del libro stesso attraverso Amazon.

venerdì, maggio 18, 2007

Fog Screen un nuovo prodotto innovativo per il marketing

Fog Screen, così è chiamato questo prodotto veramente innovativo nel campo dell'advertising e del marketing. Stupendo l'effetto che crea questo strumento in grado di produrre una "nebbia" che scende dall'alto verso terra quasi a creare una patina di fumo che puoi essere brandizzata o comunque utilizzata come fosse un panello. E' un prodotto davvero nuovo ed eccezzionale, potete vedere dai filmati cosa è in grado di fare. Sono sempre a disposizione per eventuali domande tecniche in merito.






giovedì, maggio 17, 2007

Il proiettore interattivo per il lancio di Spiderman3

Ecco qui un filmato della creatività utilizzata per Spiderman3 e di seguito quello realizzato in un Centro Commerciale di Roma utilizzando il proiettore:





Il video interattivo è un sistema di proiezione reattivo che permette di rendere la comunicazione visiva più dinamica e spettacolare. Un sistema di proiezione interattivo reagisce alla presenza delle persone nella zona limitata dalla proiezione stessa, i loro movimenti creano effetti visuali intriganti e impattanti. Gli utenti avranno l’impressione di attraversare a piedi un piscina virtuale, riproducendo il rumore dei passi nell’acqua.
La proiezione interattiva è un tipo di comunicazione ludica tra il pubblico e il messaggio dell’inserzionista.
Anche in ambienti dove l’animazione visiva è molto presente, la proiezione interattiva, per le sue spettacolari proprietà, crea un punto d’interesse e concentrazione di pubblico molto importante. Nel senso che i visitatori, passando davanti alla proiezione, ne vengono attratti, ci restano e vanno a cercare i loro amici per metterli a conoscenza dell’evento. L’esposizione di un elemento, messaggio, marca o prodotto promozionale è dunque molto lunga. La memorizzazione è eccellente perché è radicalmente innovativa e puo’ essere posizionata su delle superfici o in punti di passaggio importanti, è capace di generare un gran numero di contatti.
Il video interattivo attira più visitatori sul vostro stand. Non vi resta altro da fare che sensibilizzarli sul vostro prodotto, prendendo spunto da un logo o messaggio che si è aperto passando sull’acqua, sul ghiaccio, su delle foglie o sulla neve e che avranno virtualmente aperto, spostato o semplicemente toccato. Potete creare degli elementi interattivi all’entrata del vostro locale, davanti ad un bar, nei corridoi o sulla pista da ballo.

Evento di Marketing non Convenzionale

Si terrà a Milano il 22 maggio “Marketing Guerrilla”, l'evento dedicato alle tecniche di Marketing Non Convenzionale, in gradi di andare incontro al consumatore che cambia. Infatti, il profilo del consumatore sta cambiando, le scelte d’acquisto sono sempre più influenzate dalle esperienze degli altri consumatori e dal “buzz” della Rete. Di conseguenza investire ingenti somme nella comunicazione sui mezzi tradizionali non sempre porta i risultati desiderati.
Le strategie di comunicazione non convenzionali possono veramente raggiungere e coinvolgere attivamente il proprio target? E come riescono a diffondersi autonomamente ottenendo il massimo dei risultati con il minimo di risorse?
Nel seminario di Business International le strategie di marketing più innovative e le testimonianze dei nonconventional speaker di NINJAMARKETING,PROCTER & GAMBLE, KENWOOD, EUROP ASSISTANCE, GRANAROLO.

Espositori Innovativi grazie ai raggi del Sole


Prevedere un movimento per il materiale POP è sicuramente il modo migliore per aumentarne l'impatto. Ma come fare per evitare fastidiosi cavi elettrici e prolunghe? Da oggi basterà un timido raggio di sole! Outwater Plastics infatti dona agli espositori un “movimento perpetuo” grazie alla comoda, pulita e gratuita energia solare.
Gli espositori Solar Powered sono disponibili nei due movimenti, rotatorio e pendolare (avanti-indietro, destra-sinistra), e possono anche essere adattati a movimentare display preesistenti grazie al meccanismo installato sulla base: dai nuova vita al tuo vecchio display!
Ovviamente non è necessario “tenerli al sole” ma basterà una qualsiasi e normale fonte di illuminazione, anche la luce interna al neo tipica dei supermercati.
Via
Marketing Journal

mercoledì, maggio 16, 2007

Un prodotto innovativo per l'advertising

In questo video potete vedere le potenzialità di questo prodotto innovativo che riesce a proiettare qualsiasi immagine elaborata al computer e qualsiasi tipo di creatività in modo che questa possa interagire direttamente con qualsiasi oggetto, ottimo da utilizzare nei centri commerciali o comunque in spazi chiusi e poco luminosi. Si possono creare tantissimi effetti a seconda del tipo di comunicazione si usa o secondo il prodotto che si vuole promuovere, in alcuni casi è stato utilizzato anche da Tim e Heineken per proiettare un piccolo campo di calcio e poter giocare interaggendo con un pallone proiettato a terra, ma credo che le immagini possano spiegarvi meglio come funziona, per qualsiasi informazione tecnica sono a disposizione. Crea tanta curiosità alle persone e soprattutto è un mezzo innovativo che spero si diffonda.

martedì, maggio 15, 2007

A Roma la sperimentazione per le info sul traffico direttamente sul telefonino


Da domani a Roma sarà attivo «Atac mobile», il sistema che permette di avere sul proprio telefonino, via internet, informazioni sul traffico e sul servizio di trasporto pubblico della capitale: tempi di attesa del bus alla fermata; percorso e linee da prendere per andare da un punto all’altro della città; stato del traffico sulle principali strade, vedendone anche le immagini attraverso le 45 telecamere poste negli snodi principali; tempi di percorrenza sui lungotevere e sul Muro Torto.

A parte Londra che ha avviato un sistema sperimentale più limitato, Roma è la prima città a dotarsi di un simile servizio.
Al servizio, che parte in via sperimentale per tutto il 2007, potranno accedere i primi duemila abbonati annuali Metrebus che si iscriveranno registrandosi sul sito www.atac.roma.it . Dal 2008 Atac mobile» sarà esteso anche nell’orario: ora è attivo dalle 6:30 alle 22.

I costi, è stato spiegato, sono quelli del collegamento per «scambio dati» e variano a seconda del gestore dei telefonini, da pochi centesimi a parecchio di più. L’Atac ha già avviato contatti con i gestori per cercare di uniformare questi costi.

«Questo servizio - ha detto Veltroni - fa parte del processo di ammodernamento della pubblica amministrazione e del rapporto dei cittadini con la città attraverso l’uso delle nuove tecnologie. » A Roma ci sono molte zone wireless, si può pagare il parcheggio o acquistare un biglietto dell’autobus con un sms, pagare l’Ici e le multe attraverso il sito del comune. Da oggi Roma diventa una delle città più avanzate sulla infomobilità.

Il nuovo servizio «Atac mobile» trasformerà il telefonino, in una sorta di «palina elettronica portatile», con le stesse informazioni sui minuti di attesa per l’arrivo dell’autobus disponibili alle fermate.

Il sistema, è stato spiegato, è fruibile tecnicamente dall’ 80% dei telefonini diffusi a Roma, dotati di una tecnologia che consente il collegamento a internet. Le informazioni relative al trasporto pubblico si riferiscono al 66% delle linee e al 78% delle fermate, quelle cioè coperte dal sistema di controllo satellitare Avm dell’Atac. Si tratta di 234 linee su 355 e di 6.486 fermate su 8.261. Le comunicazioni sui tempi di percorrenza sul lungotevere e sul Muro Torto sono le stesse dei pannelli a messaggio variabile.

«Sarà così possibile ad esempio - ha detto Veltroni - sapere da casa fra quanto l’autobus sarà alla fermata e uscire in tempo per andarlo a prendere».

Quanto al collegamento con le immagini delle telecamere per controllare la situazione del traffico, al momento, è stato spiegato, sono visibili quelle relative al Muro Torto, alla via Flaminia, alla via Ostiense e al Circo Massimo.

«Atac Mobile» è costato poco più di un milione di euro: 130.000 euro messi dal Comune di Roma, attraverso i poteri speciali sul traffico; 211.000 euro dal ministero dell’Ambiente; 711.000 euro dall’Atac Spa.

via: La Stampa

venerdì, maggio 11, 2007

Comprare un Hamburger con il telefonino


L'operatore telefonico NTT DoCoMo e la catena di fast food McDonald's stanno lavorando a un servizio che permetterà ai cittadini giapponesi di pagare gli hamburger con il telefonino. La notizia, riportata da BBC News , conferma quel trend di trasformazione radicale che sta mutando il telefonino in uno strumento decisamente più complesso, per il quale prima o poi bisognerà inventare anche un nuovo nome.

Alla recente fiera 3GSM World Forum di Barcellona si è visto, sentito e provato di tutto: librofonini, sistemi di navigazione satellitare, cortometraggi di Sundance, reality-show, musica. Sul cellulare ormai telefonare non va più di moda. Bisogna fare altro. I progressi tecnologici, la banda sempre più larga e il matrimonio in atto con Internet ampliano all'infinito le potenzialità di distribuzione e trasmissione di contenuti multimediali senza fili. Anche quelli molto "pesanti", come video e tv, che infatti sembrano essere le nuove frontiere della telefonia mobile, quelle su cui puntano maggiormente aziende produttrici, gestori e media company.

Ma c'è una scommessa ancora più grande: trasformare il telefonino nella carta di credito del futuro. I segnali sono fortissimi e vanno ben al di là della possibilità di acquistare un cheeseburger con patatine a Tokyo senza mettere mano a uno yen. A Barcellona la GSM Association ha lanciato un'iniziativa chiamata “Pay-Buy Mobile”, che coinvolge 14 grandi operatori internazionali (tra cui Telecom Italia) con l'obiettivo di varare uno standard di pagamento univoco per il telefonino.

Il consorzio muoverà i primi passi in Corea del Sud, uno dei paesi tecnologicamente più avanzati del pianeta, nonché uno dei pochi in cui i cittadini stanno già testando alcuni servizi rivali di pagamento. In Giappone, intanto DoCoMo e McDonald's contano di varare il loro nuovo servizio a luglio, puntando su quei tre milioni di utenti locali che già oggi utilizzano il telefonino come “portafoglio digitale” (per acquistare i biglietti del treno, per esempio).

E la vecchia Europa? Secondo BBC News, anche in Inghilterra sta per essere lanciato un sistema ibrido di acquisto e pagamento di biglietti ferroviari tramite Internet e cellulare. In alcune città italiane invece si può già pagare il parcheggio dell'auto tramite sms. Avvisaglie ancora piccole e frammentate dell'ennesima rivoluzione che la tecnologia porterà alle nostre abitudini.
LUCA CASTELLI su www.lastampa.it



giovedì, maggio 10, 2007

Incentive Sportfive 2007


Anche quest'anno a fine campionato è previsto l'incentive organizzato da Sportfive per i propri clienti nei giorni che vanno dal 24 al 26 Maggio 2007. La location sarà il Palmasera Village di Cala Gonone in Sardegna di proprietà di Checchi Group, Official Business Site della SS Lazio Spa. All'incentive saranno presenti tutti gli Sponsor delle squadre di cui Sportfive detiene i diritti Marketing: Atalanta, Fiorentina e Lazio.
Il programma dei tre giorni prevede un Workshop dove verranno presentati i dati del campionato relativi alle tre squadre e anche, ovviamente, la possibilità di un pò di svago grazie al Villaggio che mette a disposizione una splendida spiaggia oltre i campi da tennis e da calcetto.

mercoledì, maggio 09, 2007

Bibite gratis ai distributori


Una bibita gratuita in cambio di pubblicità. L'idea è venuta alla Apex Corp, il principale gestore di distributori automatici in Giappone, titolare di ben 35mila macchine sparse in tutto il Paese. L'iniziativa innovativa, chiamata ‘Mediacafè', permette di visionare brevi spot pubblicitari nell'attesa della preparazione della bevanda, che, in tal caso, sarà interamente gratuita.
Durante la preparazione della bibita, uno spot di circa 30 secondi viene visualizzato su un ampio schermo di 19 pollici posizionato sulla parte frontale della macchina. Il costo delle bibite (70-80 yen, circa 50 centesimi di euro) sarà interamente coperto dall'inserzionista, che potrà pubblicizzare i propri prodotti non solo in video ma anche sui bicchierini di carta.

L'iniziativa partirà inizailmente su alcune decine di distributori nella zona di Tokyo, e in caso di una buona risposta del pubblico agli sponsor, sarà estesa al resto del Paese. Secondo le stime del gestore, il giro d'affari di Medicafè dovrebbe aggirarsi sui 400 milioni di yen annui (2,5 milioni di euro) per un totale di 5-6 milioni di bevande consumate.

Campagna Adv per la nuova FIAT 500

Pubblico qui di seguito un idea di un ragazzo (Paolo Pappalardo) riguardo una proposta di non-conventional Adv, per il concorso per il lancio della nuova Fiat 500. I ragazzi mi hanno scritto chiedendomi un parere in merito, chiedo anche voi di lasciare un commento su questa idea, ecco il Brief:


CONCORSO VOGLIOUNA500.IT per averla basta volerla

RATIONAL:

Esaltare l'italianità della 500 mi sembrava terribilmente scontato. Altrettanto banale mi sembrava parlare dei benefit dell'auto: prestazioni, consumi, sicurezza …non stiamo mica
pubblicizzando un'auto qualunque! Ho voluto esaltare la personalità, il carattere frizzante, lo spirito estroverso della nuova 500 …un auto più da essere che da avere, icona del divertimento e della easy life, una community car con la quale fiat si riavvicinerà ai giovani.

SCRIPT:

Questa è un'idea di viral e guerrilla marketing a costi zero (o quasi). Qualcosa di assolutamente mai visto che coinvolgerà, divertirà, contagerà migliaia di giovani in tutto il mondo.
Tutto parte dall'organizzazione di un concorso per vincere una 500: i partecipanti devono inviare un video in cui mostrano a molte persone la scritta VOGLIOUNA500.IT
Possono scriverla dovunque (su un cartello, sul corpo, ecc) e per attirare l'attenzione di molta
gente possono fare qualcosa di strano come nel video: Claudio va inscooter per la città in boxer e cravatta con la scritta sulla schiena; Paolo va in un affollato centro commerciale in accappatoio, ciabatte e asciugamano in testa con il cartello attaccato al carrello.
Possiamo già immaginare i tifosi allo stadio con un enorme striscione o qualcuno che mostra un cartello tra il pubblico di un programma TV in diretta. Proprio tu che stai leggendo magari stai già pensando a un video divertente da inviare, potresti vincere una 500!
Il vincitore sarà scelto dagli utenti del sito www.vogliouna500.it dove saranno esposti tutti i video. Votando il proprio video preferito si potranno vincere gadget e abbigliamento Fiat (questo incentiverà le votazioni). Ogni partecipante inviterà i suoi amici ad andare sul sito per votarlo. Chi espone la scritta compie un'azione di guerrilla marketing e allo stesso tempo, invitando la gente sul sito, innesca i meccanismi del viral marketing…passaparola, link o addirittura la pubblicazione dei video sul proprio blog come si fa con quelli di youtube. Tutto ciò senza costi per Fiat.
La gente che ha visto Paolo in accappatoio a fare shopping, incuriosita andrà sul sito dove scoprirà l'esistenza del concorso, guarderà i video, linkerà il sito ad amici e con buona probabilità invierà il proprio video.
Ricordiamoci che l'iniziativa è rivolta a un pubblico giovane, estroverso, che ama essere protagonista, mostrarsi su internet (vedi youtube) ed ha mezzi e competenze per registrare un video (anche con il cellulare).
Chi mostra la scritta invita la gente sul sito, ma vogliouna500.it è soprattutto la risposta di Paolo a chi si chiede perchè stia in accappatoio al centro commerciale. Pur di avere una 500 si è disposti a tutto!
L'operazione porterà tantissima gente sul sito dove, naturalmente, ci saranno banner per promuovere la 500 e non solo. Inoltre per votare il video preferito ci si dovrà registrare fornendo dati personali ed email, utili per future azioni di direct marketing.
Si potrebbe proporre il concorso anche fuori dall'Italia, ad esempio in UK,USA eAustralia ci sarebbe iwant500.com, in Francia ci sarebbe jeveuxune500.fr.


Paolo Pappalardo : paolopappalardo@gmail.com

martedì, maggio 08, 2007

Nuovo Spot Tv Pepsi

Ecco il nuovo spot della Pepsi con Leo Messi, Ronaldinho, Rafa Márquez, David Beckham, Frank Lampard, Thierry Henry e Cesc Fábregas .

La campagna si completa poi con il sito www.howyoufootball.com
Agenzia: CLM BBDO.


domenica, maggio 06, 2007

Outdoor creativo e innovativo



Is invisibility possible? Invent your future with a career in science


Advertising Agency: MacLaren McCann, Calgary, Canada
Creative Director: Mike Meadus
Art Directors: Brad Connell, Kelsey Horne
Copywriter: Andrew Payne

sabato, maggio 05, 2007

La creatività di Pan di Stelle con Elumin8

Eccola in anteprima la creatività studiata per Pan di Stelle utilizzando Elumin8:

Elumin8 scelto per la campagna outdoor di Mulino Bianco


IGPDecaux Innovate presenta al mercato italiano, la tecnologia Elumin8 scelta da Mulino Bianco Barilla per la comunicazione on air fino a fine aprile di Pan di stelle. Elumin8 rende possibile l'illuminazione graduale, dinamica e variabile di alcune parti del manifesto grazie a diversi circuiti elettrici che stimolano i pigmenti applicati al manifesto in PVC. In questo caso ciò ha permesso di dare particolare risalto alle stelle, protagoniste e filo conduttore fra i tre prodotti Pan di Stelle: biscotto, torta e merenda. La volontà di rendere il più visibile possibile le stelle è stata mantenuta anche nella realizzazione del jumbotram decorato, in circolazione a Milano, che presenta parti della pellicola, rifrangenti. La creatività studiata da Future Brand, articolata su tre soggetti e gioca sulla tradizione legata alle stelle del biscotto ora presenti anche per la nuova torta e la merenda Pan di stelle. Il piano media outdoor studiato da Kinetic (centro media madre: MediaEdge:Cia), comprende diversi prodotti IGPDecaux, tra cui: 300x70 sulla fiancata sinistra di autobus e tram in 30 città italiane, autobus decorati nelle sette big-cities, manifesti nelle metropolitane di Milano, Roma e Torino, pensiline e altri impianti di arredo urbano.

Avevo già parlato di questa innovativa tecnologia introdotta in italia in un altro Post di cui sotto potete anche vedere il video

venerdì, maggio 04, 2007

Cenare all'aperto in modo innovativo


Scoppia il nuovo trend delle «concept dining», cene al limite del particolare. Una cena da 15 mila euro in mezzo alle nuvole
Stufi dei soliti ristoranti? In cerca di una nuova esperienza culinaria davvero da sballo? Allora c'è n'è una che le batte davvero tutte. Si tratta della «Cena fra le nuvole»– una nuova esperienza gastronomica davvero «stellare», stando a quanto assicurano i suoi promotori. Cena fra le nuvole, sospesi nel vuoto, ovvero «Dining in the Sky» è una società di catering d'alto livello che organizza cene nel cielo, ovvero in un ristorante sospeso nel nulla a 50 metri d'altezza. Il tavolo, che pende da una gru, ha spazio per circa 22 posti – tutti sedili neri in stile caccia-bombardiere e super cinturati, dove gli avventori vengono saldamente legati per tutta la durata del pasto. Nel «pozzetto» del tavolo c‘è una piccola cucina con forno e frigorifero e due camerieri che offrono bevande e servono le tante portate della cena a cinque stelle, con aragosta, caviale e ogni altra delicatezza, accompagnata da una pregiata lista di vini e fiumi di champagne. Le posate, in argento, sono legate al tavolo con del velcro e bisogna stare attenti ai bicchieri e ai tovaglioli, per evitare che volino via. Si tratta, in tutti i sensi, di una cena assolutamente fuori dalla norma e, per circa 15mila euro, può essere offerta nel giardino di casa vostra. La rivista americana Forbes ha incluso «Dinner in the Sky» fra i 10 ristoranti più eccentrici del mondo e si tratta di un esempio del nuovo trend, scoppiato a New York e subito arrivato a Londra di «concept dining», ovvero cene che diventano esperienze particolari, non solo limitate al cibo, concetto sul quale si stanno lanciando tutti i top chef del mondo. Nato in Belgio, il progetto «Dinner in the Sky» ( www.dinnerinthesky.com ) è ora disponibile in tutto il resto d'Europa e sta facendo impazzire gli inglesi, amanti di ogni genere di bizzarria. Naturalmente questa è un'esperienza che si gode meglio nei mesi estivi e una condizione sine qua non per dare il via alla cena è il buon tempo. La società è infatti assicurata contro il maltempo e si rifiuta di accettare ospiti in caso di vento forte o possibilità di cambiamenti nelle condizioni atmosferiche. L'unico problema, per chi l'ha già provata, è la mancanza di toilette (se scappa bisogna aspettare di tornare a terra) e il forte brusio che rende ogni tipo di conversazione quasi impossibile.

Deborah Bonetti su www.corriere.it

Burn Energy Drink in strada a Roma



E' partita la campagna di street marketing di Burn, l’energy drink di Coca-Cola.
Nelle piazze e nei luoghi più importanti di Roma, ma anche sulle spiaggie di Ostia, la gente avrà la possibilita' di provare il gusto di Burn direttamente offerta dalle bellissime ragazze Burn.

Potete andare anche sul sito per GIOCARE


Photos by Stefano Caporilli

mercoledì, maggio 02, 2007

Una discoteca innovativa in Olanda


A Rotterdam, scenario di progetti ecosostenibili e innovativi, possiamo trovare la discoteca Off-Corso, dove troviamo un sistema veramente innovativo per avere energia sostenibile.
Visto che ad ogni passo che muoviamo produciamo energia perché non provare a catturarla e utilizzarla come fonte di energia pulita e rinnovabile?

E’ quello che succede a Rotterdam, nella discoteca Off-Corso, la prima discoteca ecologica al mondo. Il locale, infatti, proprio grazie al movimento creato dai clienti che danzano in pista, riesce a produrre energia ed utilizzarla per illuminare ed animare il locale.
Tutto questo grazie ad uno speciale pavimento, al di sotto del quale sono posizionate delle apparecchiature in grado di trasformare le variazioni di pressione, dovute ai clienti “danzanti”, in energia elettrica da utilizzare per movimentare il locale.

Guarda il video della discoteca Off-Corso



Nuova campagna mondiale della Absolut Vodka

“In an ABSOLUT world” è la nuova campagna lanciata da ABSOLUT VODKA con la quale sperano di iniziare un dibattito o comunque avere un riscontro sul cambiamento dei consumatori riguardo la visione personale del mondo......ecco alcune immagini




La campagna sarà lanciata nell'estate del 2007, cominciando con la Germania e gli Stati Uniti nel mese di maggio per poi andare in altri 12 stati La campagna sarà disponibile nei mezzi stampata e digitale della TV.
Mentre qui sotto alcune foto dell'ICE BAR di Milano.


lunedì, aprile 23, 2007

Solo per uomini


Prende il via oggi la nuova campagna istituzionale di FX, il canale 113 di Sky dedicato all’universo maschile. Obiettivo della campagna è evidenziare l’unicità di carattere e di programmazione del primo e unico canale italiano pensato e costruito per un target totalmente maschile. FX offre una programmazione che spazia da show comici a serie tv, dai classici più amati alle ultime novità, dalle commedie all’italiana a programmi tutta adrenalina. Ad arricchire il canale arrivano un nuovo logo e una nuova veste grafica che utilizza colori sobri ed eleganti pensati per esaltare il carattere poliedrico del canale. Ideata da TBWA/Italia e pianificata da Mediacom, la campagna è declinata su differenti media: stampa, sui principali settimanali e mensili maschili, radio, con Radio Deejay, Radio Capital, Radio 105, Rtl 102,5 e RDS, e televisione, su reti Rai e Sky Sport. Sul web è inoltre presente in diversi formati su Libero.it e Gazzetta.it. In tv e radio la campagna multisoggetto gioca con differenti stereotipi di uomo: sportivo, raffinato e premuroso o romantico, sensibile e disponibile. I tre spot evidenziano, con il tono spiritoso e divertente che contraddistingue il canale, i comportamenti tipicamente maschili comuni a qualsiasi uomo. La declinazione su stampa e affissioni torna sullo stesso concetto attraverso un gioco di doppi sensi affiancati dal payoff: un uomo non vede altro.


via: Dailymedia

martedì, aprile 17, 2007

Ogni giorno un design diverso sulla nostra testa



In occasione del Salone del Mobile di Milano (18 -23 aprile) Saab ha sviluppato una campagna ad hoc, pianificata fino a giugno su testate di design specializzate (The Plan, Abitare Pocket, Architetto Italiano) dedicata agli architetti, arredatori e a tutti gli amanti del design e dell’arte per pubblicizzare la 9.3 Cabriolet.

La campagna, rivolgendosi ad un target di settore, gioca sulle sue forti pulsioni edonistiche, ludiche e di libertà, ed invita tutti cabriolettisti a cambiare ogni giorno il soffitto che preferiscono per la loro auto, identificando le possibilità di scelta in 6 cieli rappresentati come dei colori Pantone, strumento normalmente utilizzato da chi si occupa di design e creatività.

Art: Guido Bonarelli
Copy: Valeria Villari
Agenzia:
Leagas Delaney

lunedì, aprile 16, 2007

Marketing one-to-one



Kleenex ha aperto ai suoi fedeli consumatori la possibilità di crearsi i propri fazzolettini personalizzati on-line. Un nuovo esperimento nell'arena della Mass Customization e del marketing individualizzato.

Andando sul sito www.mykleenextissue.com (Il sito è visitabile solo dagli utenti USA... ma c'è il trucco: cercate l'URL su Google e visitate le pagine messe in cache dal motore (cliccate "Copia Cache") è infatti possibile per la clientela americana far realizzare dall'azienda una confezione in esclusiva, magari per celebrare un momento speciale.
Si tratta non dei fazzolettini da mettersi in tasca ma di confezioni ovali di cartone da tavolo, beninteso.
La personalizzazione consiste nell'uso per la confezione di una foto digitalizzata inviata al sito dal cliente, nella scelta di un testo e nella scelta del fondo per i fazzolettini.
Il costo della confezione personalizzata è di 4,99$ + la spedizione e la consegna avviene entro una settimana .

Qui trovate la press release

Qui trovate la presentazione del progetto


via Marketing Journal

venerdì, aprile 13, 2007

La prima auto veramente innovativa


E' stata presentata a Londra «Lux», versione modificata di Volkswagen Passat che non ha bisogno di autista perchè si guida da sola....cioè guida lei...
La macchina che guida da sola, modello «Supercar», non è più solo una trovata cinematografica. E’ stata, infatti, presentata mercoledì al Museo della Scienza di Londra la futuristica «Lux» (dal latino «luce»), copia tecnologicamente più avanzata di una normale Volkswagen Passat, destinata a risolvere tutti i problemi da stress da traffico di chi guida. Apparentemente, quest’auto delle meraviglie sembra una comune berlina a quattro porte, ma in realtà è zeppa di congegni ipersofisticati, come i tre sensori laser (due davanti e uno dietro) che, come «occhi intelligenti», trasmettono le immagini della strada circostante a un computer di bordo, a sua volta collegato a un navigatore satellitare che, ricevute le informazioni, le rielabora, trasmettendo poi la foto della vettura e di quello che la circonda in un raggio di 200 yard (poco più di 180 metri), ostacoli compresi. Lux è così in grado di fermarsi ai segnali di stop e ai semafori, come pure di frenare se l’auto davanti inchioda improvvisamente o di accelerare se il percorso è libero, ma anche di evitare pedoni particolarmente distratti o le auto in sosta. Insomma, basta schiacciare un tasto per inserire il pilota automatico e dimenticarsi così delle fatiche del volante e di tutte le noie ad esso collegate.
La Supercar del nuovo Millennio è opera della tedesca Ibeo Automobile Sensor, con sede ad Amburgo, che ha scelto volutamente di allestire questo avveniristico equipaggiamento high-tech su una comune Passat 2.0 TDI e il risultato finale si discosta davvero di pochissimo dal modello standard. «Questa non è fantascienza – ha spiegato la portavoce dell’azienda, Karen Tippkotter – ma scienza. La nostra macchina è equipaggiata con scanner laser che possono leggere perfettamente quanto succede sulla strada e scegliere l’azione più appropriata da compiere. Molte delle apparecchiature presenti su Lux saranno disponibili anche per le auto tradizionali entro un paio d’anni ma toccherà poi ai governi stabilire se far circolare delle vetture senza guidatore sarà una cosa legale oppure no. Comunque, la tecnologia è già in grado di farlo».
La Ibeo ha già avviato trattative con le maggiori case automobilistiche internazionali, come, appunto, Volkswagen, BMW, DaimlerChrysler, Honda e Mitsubishi, e i primi prototipi potrebbero vedere la luce entro la fine dell’anno. Ma adesso Lux è in partenza per gli Stati Uniti, dove ultimerà i test in vista della Urban Challenge, una corsa su strada davvero molto particolare organizzata dalla Darpa (agenzia di ricerca e difesa collegata al Pentagono) per il prossimo novembre: obiettivo dei partecipanti (tutti veicoli senza supporto umano alla guida) è quello di completare un percorso di 60 miglia (circa 96 chilometri) in uno scenario urbano al di sotto delle 6 ore e alla velocità di 30 miglia orarie. In palio, un montepremi di 2 milioni di dollari. Per ora, Lux viaggia alla metà della velocità prevista, ma gli ingegneri tedeschi sono sicuri di poter colmare il gap in pochi mesi. Quanto, però, a catturare l’attenzione di possibili compratori fra i comuni mortali, lo scetticismo è ancora grande, almeno a giudicare dai commenti raccolti dal Guardian fra i visitatori del museo londinese. Uno su tutti: «Perché dovrei comprare una macchina che guida da sola?». Forse il futuro di Supercar è davvero solo al cinema.

Guarda il video

Via: Corsera

mercoledì, aprile 11, 2007

Affisione esterna in 3D per Motorola


Bellissima questa Maxi affissione in 3D a Milano in Corso Buenos Aires per la campagna del Motorola MOTOKRZR K1 di cui vi ripropongo una creatività della campagna. Bellissimo l'effetto che vediamo di notte anche se con il sistema di Elumin8 sicuramente avrebbe avuto un effetto sbalorditivo.

Agenzia: D’Adda, Lorenzini, Vigorelli, BBDO, Milano


Via: I Believe in adv

Crazy Flash Mob

Crazy Marketing Blog vi invita a partecipare al primo Crazy Mob!

Ecco il programma:

- CRAZY FLASH MOB -

Martedì 1 Maggio 2007 ore 12.00 Roma, Circo Massimo



Ecco le istruzioni:

Ore 12.00 incontro a Roma al Circo Massimo per il fischio d’inizio del 1° Crazy Mob!!!!!!!

FASE I
Al primo fischio tutti si rivolgono ai 2 responsabili risorse umane (due fotomodelli da urlo!) dell’azienda più crazy che gira in Internet per sperare di avere un posto nell’azienda. Niente orari, molto divertimento, stipendi manageriale, ferie 1 volta al mese, cuscino sulla scrivania per riposarsi dopo brevi sforzi, insomma un lavoro da favola.
(il responsabile delle risorse umane sarà al centro del Parco).
Dovrete dire ad alta voce: PRENDI ME! PRENDI ME! PRENDI ME! Per 1 minuto.

FASE II
Al secondo fischio dei responsabili risorse umane dell’azienda, la voglia di avere quel posto nell’azienda scatenerà nei contendenti una vera e propria BATTAGLIA (di cuscini) per l’approvviggionamento di quei 20 posti. (TUTTI CONTRO TUTTI)

FASE III
Il terzo fischio del responsabile risorse umane dell’azienda vorrà dire che saranno stati assegnati i 20 posti, pertanto APPLAUDITE e disperdetevi come se nulla fosse accaduto.


VESTIARIO
Venite vestiti così come vi piacerebbe andare a lavoro, UNICO obbligo che richiede
l’azienda è la CRAVATTA sia per gli uomini che per le donne. (in costume e
cravatta per esempio va benissimo!!!)
Portatevi il CUSCINO elemento indispensabile per l’ufficio.


TARGET: 20/35 anni

Stampatevi queste istruzione e fate passaparola, solo nella rete.
Per uleriori info contattare l.denardis@gmail.com

Esterna con Bluetooth per SAAB


Saab in affisione esterna con IGPDecaux e l'innovativo sistema di Bluetooth ormai molto diffuso e utilizzato da diverse aziende in italia. La campagna è stata realizzata per la 9.2 Cabrio ed è attualmente on air nell'area arrivi dell'aeroporto di Linate a Milano.
Nella creatività è stata avvicinato il visual della cabrio, icona "storica" del brand ed emblema di solarità e bel tempo, ad un'immagine di tempesta, con un titolo che strizza l'occhio al guidatore a cui suggerisce il fatto che una giornata di brutto tempo costituisca quella perfetta per scoprirla...
perché? Lo dice il messaggio che arriva tramite bluetooth insieme alla gif.....c'è il nuovo sistema multimediale con TV Digitale, DVD Video e Bluetooth.


Saab con il Biopower : l'innovazione e l'ambiente

Ho trovato questa campagna realizzata dall'agenzia Legas Delaney per SAAB, interessante oltre alla creatività il prodotto che viene presentato: Il Bio-Power, una motorizzazione molto innovativa e ad alto contenuto di salvaguardia ambientale perché utilizza come carburante, migliorando addirittura le prestazioni dell'auto rispetto al motore benzina, il bioetanolo, che si ottiene dalla barbabietola da zucchero e permette di ridurre dell’80% circa le emissioni di origine fossile.
Prendendo spunto dallo zucchero appunto, la Legas Delaney ha realizzato una promocard che è stata distribuita all'interno del padiglione Saab e nel circuito bolognese a dicembre 2006 durante il Motor Show: la particolarità è la bustina di zucchero vero attaccata alla promocard.
La promocard è stata realizzata da Cristian Palici Di Suni e Errico Sessa. Complimeti per l'idea!
Un’iniziativa semplice, ma in linea con il brand e con il suo stile non urlato, che ha avuto tanti riconoscimenti e apprezzamenti in giro.
Accanto alla promocard anche la campagna stampa uscita nel periodo.