lunedì, aprile 28, 2014

I migliori ristoranti italiani sostengono Telethon grazie all'iniziativa di Groupon

 
Cibo e solidarietà. Ecco gli ingredienti di Stelle & Forchette, il nuovo progetto di Groupon che unisce l’eccellenza dei migliori ristoranti italiani con le stelle della FondazioneTelethon, in prima linea da più di 20 anni nella ricerca per la cura delle malattie genetiche.
Fra pochi giorni anche tu potrai sostenere concretamente la ricerca biomedica acquistando il menu di un prestigioso ristorante italiano che, insieme a te, crede nella comunità di cervelli e di cuori che lavora ogni giorno per sconfiggere le malattie genetiche.
Per ogni coupon acquistato, Groupon donerà 5 euro a Telethon.
Lo Chef Simone Rugiati e la food blogger Chiara Maci sostengono l’iniziativa accanto a Groupon e Telethon come testimonial della campagna Stelle & Forchette.
 
Il video “Per la prima volta” racconta la storia di Sebastian, un bambino statunitense curato all’istituto Telethon di Milano grazie alla terapia genica: la ricerca Telethon lo ha salvato da una malattia che aveva azzerato le sue difese immunitarie costringendolo a vivere isolato persino dalla sua famiglia.
 
 
 
La Fondazione Telethon è una delle principali charity biomediche italiane, nata nel 1990 per iniziativa di un gruppo di pazienti affetti da distrofia muscolare. La sua missione è di arrivare alla cura delle malattie genetiche rare grazie a una ricerca scientifica di eccellenza, selezionata secondo le migliori prassi condivise a livello internazionale. Telethon, grazie a un metodo unico nel panorama italiano, segue l’intera “filiera della ricerca” occupandosi della raccolta fondi, della selezione e del finanziamento dei progetti e dell’attività stessa di ricerca portata avanti nei centri e nei laboratori della Fondazione. Telethon inoltre sviluppa collaborazioni con istituzioni sanitarie pubbliche e industrie farmaceutiche per tradurre i risultati della ricerca in terapie accessibili ai pazienti. Ad oggi, Telethon ha investito in ricerca oltre 394 milioni di euro, finanziando 2477 progetti di ricerca che hanno prodotto oltre 9380 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e che hanno permesso di portare avanti lo sviluppo di 27 diverse strategie terapeutiche per 25 malattie genetiche rare.

lunedì, ottobre 03, 2011

Vetrina Lenticolare per Byblos, una delle innovazioni della Fashion Week milanese

La moda mira a sorprendere sempre, ancora di più durante la fashion week.


Ed ecco che anche fuori dalla passerella non mancano le innovazioni, come la vetrina lenticolare scelta da Byblos per il suo negozio in Via della Spiga, cuore modaiolo della città di Milano. Un pannello lenticolare fa da scenografia ai due manichini che indossano la nuova collezione del noto marchio di abbigliamento.

“Volpe e cigno, due esseri estremamente diversi morfologicamente, ma che pur nella loro eterogeneità, contengono le caratteristiche della donna contemporanea.” Questo il tema cardine della nuova collezione autunno-inverno, proprio grazie alla scelta di un effetto Flip lenticolare i due animali si muovono movimentando la scena all’interno della vetrina.

La stampa lenticolare è opera di TreD, che con il suo sistema proprietario, H3D® System è attualmente l’unica in Europa specializzata esclusivamente in stampa lenticolare.


lunedì, aprile 18, 2011

La tecnologia TreD tra arte design e comunicazione

E’ grazie alla tecnologia della stampa lenticolare che oggi possiamo ottenere straordinari risultati sia nei grandi progetti artistici che nei piccoli oggetti quotidiani.
La stampa lenticolare è stata sviluppata grazie al sistema H3D®System della prestigiosa azienda italiana TreD www.lenticolare.it con sede a Milano e Roma, mentre il team di ricerca si trova nella Silicon Valley italiana: Catania.
L’innovativo sistema permette di ottenere effetti in movimento e 3Dimensionali mai visti prima.
H3D®System permette di por t are in stampa l’effetto della 3Dimensionalità, oltre ad ottenere straordinari effetti di animazione, in pochi millimetri di spessore e senza l’ausilio di occhiali specifici. Una ulteriore innovazione di H3D®System consente l’utilizzo di materiali sperimentali ecocompatibili ed ecosostenibili. I nuovi materiali sono riciclabili al 100% con un fattore di biodegradabilità doppio rispetto ai materiali precedentemente utilizzati.
La tecnica di stampa lenticolare H3D®System è applicata con successo anche in vasti ambiti commerciali, in cui gli effetti lenticolari di dinamismo e 3Dimensionalità permettono di cogliere l’attimo di attenzione che l’osservatore dedica ad una comunicazione pubblicitaria.


Campagna pubblicitaria Nespresso con tecnica di stampa lenticolare H3D®System su arredo urbano effetto Flip 3 immagini.
Dal promozionale in cui l’H3D®System lenticolare permette di trasformare un gadget in un oggetto da collezionare, a soluzioni di marketing innovativo in genere le applicazioni di questa tecnica di stampa sono praticamente infinite.
La comunicazione Out of Home H3D®System e gli allestimenti di stand, esibizioni ed eventi arricchiscono le possibili applicazioni permettendo di utilizzare gli straordinari effetti lenticolari anche in questi ambiti in cui comunicare efficacemente è fondamentale.
Karim Rashid è una figura leader tra i designer mondiali e le sue creazioni spaziano dall’interior al fashion, al packaging design, moda e arte. L’obiettivo che Rashid si pone è quello di sensibilizzare il pubblico al design come forma d’arte rendendolo partecipe quindi accessibile a tutti.
Anche Karim Rashid adotta il sistema H3D®System per la realizzazione delle sue opere.
Troviamo un esempio di applicazione in arredamento indoor nell’opera lenticolare di formato 4,76mt x 2mt realizzata dall’artista, grazie alla tecnologia H3D®System, esposta al Mod Centre di Mosca.
L’opera rappresenta le forme caratteristiche dell’artista in 3Dimensioni mentre cambiano colore e si muovono ed è inoltre caratterizzata dal non avere angoli retti essendo i pannelli tagliati a laser seguendo i tratti dell’immagine.


Anche l’interno della stazione Metropolitana di Napoli, fermata “Università” è impreziosito da 3 pareti lenticolari progettate da Karim Rashid: Ikons, Mutalblob Pink e Mutalblob Lime.
Ikons è un’opera di 24 mt di base x 2,4 mt di altezza, l’effetto 3D moving rappresenta i simboli caratteristici del famoso architetto che cambiano colore.


Mutalblob pink e lime sono due opere di 32 mt di base x 1,8 mt di altezza ognuna, i soggetti in 3D ruotano variando di colore al movimento dell’osservatore sulla banchina o sul treno della metropolitana.

Le opere rappresentano la più grande installazione lenticolare del mondo e sono state realizzate mediante un ambiente di modellazione 3D virtuale.

domenica, giugno 13, 2010

I VINI DELL'AZIENDA NO,VO'LI' A CASA AZZURRI



I nuovi prodotti dell'azienda vinicola NO,VO'LI' saranno presenti nel ritiro degli azzurri in Sud Africa in occasione dei Mondiali di Calcio 2010, oltre ai consolidati vini Tavernaia ,Cavernano, La Scudiscia ora anche i nuovissimi prodotti BIOLOGICI come il Chianti e il Rosso della Bruciata.
Di seguito le schede tecniche dei prodotti:

CHIANTI BIO

Uvaggio

Sangiovese in purezza.

Vigneto

È situato ad un’altezza di circa 400 m. con esposizione a Est e Sud-Est. La tessitura è tendenzialmente argillo-sabbiosa con limitata presenza di scheletro. L’impianto è stato realizzato su un terreno non coltivato da oltre 20 anni circondato da vegetazione naturale, senza effettuare movimenti di terreno, seguendo le pendenze naturali. La densità di impianto è di 6.660 piante/ ha con viti allevate a cordone speronato.

Tecnica colturale

Secondo i metodi dell’agricoltura biologica (certificazione ICEA); si ricorrre all’inerbimento per favorire l’assorbimento di elementi nutritivi e controllare i fenomeni erosivi. Il controllo delle principali avversità è favorito dalla particolare localizzazione del vigneto. È praticato il diradamento per contenere la produzione a pianta.

Vinificazione

Le uve vengono raccolte a mano, alla piena maturità fenolica, per garantire una ultima selezione e avviare alla vinificazione solo i grappoli in perfetto stato sanitario e di maturazione. A seconda degli anni, in base alle caratteristiche dell’uva, se necessario si ricorre al salasso per ottenere vini più strutturati. La fermentazione alcolica avviene in vasche di acciaio inox a temperatura controllata con macerazioni che si protraggono per 20/22 giorni.

Affinamento

In bottiglia per sei mesi.

Abbinamenti gastronomici

Arrosti, carni bianche e primi con sughi strutturati.

ROSSO DELLA BRUCIATA

Uvaggio

Sangiovese, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot.

Vigneto

È situato ad un’altezza di circa 450 m. con esposizione a Est e Sud-Est. La tessitura è tendenzialmente argillosa con limitata presenza di scheletro. L’impianto è stato realizzato su un terreno non coltivato da oltre 20 anni circondato da vegetazione naturale, senza effettuare movimenti di terreno, seguendo le pendenze naturali. La densità di impianto è di 5.128 piante/ ha con viti allevate a cordone speronato.

Tecnica colturale

Secondo i metodi dell’agricoltura biologica (certificazione ICEA); si ricorrre all’inerbimento per favorire l’assorbimento di elementi nutritivi e controllare i fenomeni erosivi. Il controllo delle principali avversità è favorito dalla particolare localizzazione del vigneto. È praticato il diradamento per contenere la produzione a pianta.

Vinificazione

Le uve sono raccolte quando hanno raggiunto la piena maturità fenolica effettuando un’attenta selezione nel corso della vendemmia manuale. A seconda degli anni, in base alla composizione dell’uva, se necessario si ricorre al salasso per ottenere vini più strutturati. La fermentazione alcoolica avviene in vasche di acciaio inox a temperatura controllata con macerazioni che si protraggono per 20/22 giorni.

Affinamento

Il vino trascorre circa 8/12 mesi in barriques di rovere francese da 225 litri, di primo e secondo passaggio.

Abbinamenti gastronomici

Si abbina bene a carni rosse, arrosti di cacciagione e animali da cortile in genere.



Sul sito internet www.no-vo-li.it potrete trovare l'elenco di tutti i prodotti dell'azienda e le relative schede tecniche.

lunedì, giugno 07, 2010

Almo Nature presenta il restyling del sito web, on line da oggi il nuovo layout firmato Oliviero Toscani










































Da oggi on line il nuovo sito, un restyling completo coordinato con la nuova immagine di Almo Nature.
Almo Nature diventa aLmore anche sul web e porta la campagna 2010 di Oliviero Toscani sul digitale, perché il messaggio sia amplificato in tutta la sua potenzialità.

Il sito mantiene la sua struttura, ricca di informazioni sui prodotti e sull’alimentazione degli animali da compagnia, sempre fruibile anche da iPad. La pagina faq è in costante aggiornamento con le risposte più utili per gli utenti, fornite dai nostri esperti sempre a disposizione.
Tutte le informazioni sono personalizzate per 9 Stati e disponibili in 5 lingue.

Inoltre, si sta espandendo una sezione esclusivamente dedicata ai veterinari, il Vet Forum. L’intento è di invitare all’interazione tra medici specialisti e luminari del settore per condividere esperienze, casi clinici e opinioni.

Gli animali sono molto più pazienti con noi di quanto noi siamo con loro e, se vedessimo il mondo attraverso i loro occhi, forse vedremmo un mondo migliore. Creando un’immagine per questo nuovo progetto ho cercato di pensare soprattutto agli animali e alla filosofia di Almo Nature che cerca di essere come i cani e i gatti che nutre. Oliviero Toscani

Allontanandosi dagli stereotipi della banalità, Almo Nature diventa aLmore. La sua comunicazione vive nel binomio di arte e solidarietà,nel 2010 il maestro Oliviero Toscani e i gatti e cani poveri. Pier Giovanni Capellino

Almo Nature . Fondata nel 2000 grazie all’esperienza e all’intuito di Pier Giovanni Capellino, almo nature è stata la prima azienda al mondo a introdurre nel mercato l’alimento naturale per cani e gatti.
Oggi, Almo Nature significa Qualità, grazie all'utilizzo di ingredienti di prima scelta, il controllo meticoloso svolto ad ogni stadio del processo produttivo, l'attenzione dedicata a soddisfare i bisogni dell'animale ad un livello sempre più elevato; Trasparenza, Almo Nature ha introdotto la Piramide della Qualità, lo strumento che consente, sulla base della qualità degli ingredienti impiegati, di classificare i prodotti Almo Nature, per permettere al consumatore di giudicare e scegliere consapevolmente gli alimenti per il suo gatto e il suo cane; ma soprattutto significa Solidarietà,scegliere Almo Nature per il proprio animale non significa solo avere la garanzia di nutrirlo con un alimento di qualità, ma spingersi oltre.
Almo Nature è la marca amica di tutti gli animali: accanto alla sua attività principale, acquisiscono sempre più importanza i progetti di Marketing Solidale volti a offrire un aiuto concreto agli animali meno fortunati. Un impegno vero dal loro punto di vista.
www.almonature.eu

mercoledì, maggio 06, 2009

TreD annuncia la nascita del Lenticolare ad alta definizione HD

Tre D azienda specializzata nella produzione di stampati lenticolari ha il piacere di comunicare la nascita del lenticolare ad alta definizione HD.

Grazie alla qualità HD Tre D è in grado di riprodurre in un moving lenticolare filmati fino a 90 frame ed effetti di tridimensionalità con profondità e nitidezza mai visti prima.

Lo straordinario miglioramento degli effetti lenticolari è ottenuto grazie alla capacità di stampare ad una risoluzione 4 volte superiore allo standard, all’utilizzo di materiali lenticolari “ultra clear”, ed all’impiego del retino stocastico che conferisce alle immagini una qualità fotografica. Utilizzando inoltre un processo di stampa Offset UV i colori stampati risultano incredibilmente vividi e brillanti.

La tecnologia di stampa lenticolare, già di grande impatto comunicativo per gli straordinari effetti speciali che permette di realizzare, accresce con l’HD ulteriormente il suo appeal.

Gli effetti HD si prestano ad un vasto numero di applicazioni, dalle cartoline al merchandising, passando per biglietti da visita, locandine e materiale per il punto vendita.

Il lenticolare HD viene prodotto da Tre D in Italia in tempi brevi ed a costi compatibili con qualsiasi budget pubblicitario.

Per avere maggiori informazioni sul lenticolare HD visitate il sito www.lenticolare.it





lunedì, luglio 07, 2008

The True Heads alla conquista del Web con Dartway


The True Heads, la virtual band lanciata da Ceres, ha oggi un doppio spazio online: un sito Web e MySpace.

La nuova versione di www.ceres.com, realizzata da Dartway Interactive Agency, è infatti incentrata proprio sulla indie rock-band. Accanto alle sezioni ‘istituzionali’, comunque sempre distanti da qualsiasi concetto di istituzionalità, Company (con le schede prodotto e tutte le campagne TV), Ceres Nights (con le feste e i live shows a tema), e Promotion (con le promozioni in corso lato consumer e trade), The True Heads hanno una vetrina privilegiata nella quale si raccontano in prima persona e possono raccogliere tutti i loro materiali.

Si tratta di un sito di branding dall’innovativo impatto visivo: l’aspetto più innovativo riguarda il tentativo di trasferire l’analogico sul canale digitale. “Il trattamento” spiega Danilo Rolle, Direttore Creativo di Dartway “si può considerare in un certo senso ‘manuale’, attraverso la riproduzione dello scratch, tipico mezzo di espressione dei più giovani, e l’inserimento della componente fotografica”. Proprio quest’ultimo aspetto è stato curato con particolare attenzione: su ogni singola pagina è stata effettuata un’accurata ricerca relativa al taglio dello scatto fotografico di background. E infatti, sono stati creati dei materiali ad hoc e non semplicemente recuperati da frame dello spot TV. Il sito rappresenta una evoluzione nell’ambito della comunicazione Ceres: nel suo cross-over di stili, il realismo acquista un maggiore peso rispetto alla pura animazione 3D che contraddistingue sia la versione precedente del sito sia il nuovo spot TV.

Già, lo spot TV. Perché il sito fa parte di un progetto multimediale partito lo scorso Aprile, ma allo stesso tempo si mostra in parte indipendente, poiché sfrutta appieno tutte le opportunità e le potenzialità offerte dal canale Web. “Per esempio, punta molto sulla socialità”, sottolinea Nicola Pardini, Account Executive di Dartway. “Una delle sezioni più frequentate e ‘movimentate’ è MyCeres: da quando l’abbiamo inaugurata abbiamo raccolto quasi 14.000 iscritti, che interagiscono, giocano e scaricano tanti gadget digitali che strizzano l’occhio ai nuovi standard tecnologici: PC, Mobile, iPod, MSN…”.

Sempre in prospettiva di social networking è nata la pagina su MySpace (www.myspace.com/thetrueheads), pensata come lo spazio del gruppo e non direttamente di Ceres, attraverso la quale The True Heads possono fare conoscere le loro storie e la loro musica. “Qui Ceres compare in qualità di sponsor, quasi in un processo inverso rispetto a quello del sito, dove è la band ad essere testimonial della brand”, sottolinea Gianluca Motta, copywriter del progetto.

Un altro aspetto significativo è la presenza sia dello spot TV sia della versione full del video (scaricabile esclusivamente dal sito Web) sugli strumenti di videosharing: tutti i video caricati sul principale di essi, YouTube, hanno ottenuto complessivamente quasi 18.000 views (e il video versione full è disponibile da 1 mese soltanto), segno e testimonianza della effettiva vivacità del sito e della interazione tra Ceres e gli utenti.

Dartway Interactive (www.dartway.com) è un’agenzia partner del gruppo di comunicazione integrata Moltiplica (www.gruppomoltiplica.it) specializzata in soluzioni interattive per il business attraverso il canale web e i media digitali.

mercoledì, maggio 28, 2008

Sito Internet gratis con forme di ricavo rivoluzionarie

Voglio presentare questa iniziativa, a mio parere veramente innovativa, rivolta a tutte le società dilettantistiche sportive che si trovano in Italia e che è partita a giugno del 2007.

GIOCA srl è una società che si pone come punto d’incontro fra lo sport dilettantistico e le aziende che hanno come target una clientela sportiva e dinamica. GIOCA ha sviluppato due iniziative differenti che permettono ai suoi partner di avere visibilità con un grande impatto emotivo: Il Portale dello Sportivo ed il Circuito GIOCA.

www.ilportaledellosportivo.it nasce con l’obbiettivo di divenire un punto d’incontro per tutti gli sportivi dilettantistici creando una community che dia informazioni tecniche e pratiche a tutti gli appassionati.

Queste notizie vengono fornite grazie alla consulenza di affermati professionisti dello sport e attraverso il contributo diretto di chi si iscrive al Portale dello Sportivo.

Oltre a questo sul Portale dello sportivo si possono trovare rubriche, forum e interviste che permettono di attirare in modo continuo gli appassionati

Parallelamente a questo progetto, GIOCA srl ha da poco avviato un’iniziativa rivoluzionaria che consiste nel regalare un sito Internet a tutte le società sportive dilettantistiche italiane, garantendo non solo la totale gratuità dell’offerta ma addirittura un ricavo sicuro.

I tecnici di GIOCA hanno infatti sviluppato un sofisticato software che permette alle società sportive di creare siti Internet dinamicamente, in automatico e in brevissimo tempo. La realizzazione dei siti è resa possibile dal contributo di diversi partner di rilievo nazionale che affiancano il loro marchio al Circuito GIOCA e, di conseguenza, a tutti i siti delle società sportive legate a GIOCA.

GIOCA si propone dunque come concessionaria di pubblicità per lo sport dilettantistico nazionale, aprendo agli inserzionisti nazionali un mondo spesso inaccessibile per l’eccessiva frammentazione dell’offerta.

Attualmente sono 150 le società sportive iscritte al Circuito GIOCA. Nei prossimi mesi prevediamo un forte incremento grazie ad una mirata campagna stampa sui media nazionali (Il sole 24 ore, La Gazzetta dello Sport ecc.) e locali.

Ogni società sportiva del Circuito GIOCA coinvolge un centinaio di tesserati con le rispettive famiglie, a cui vanno aggiunti dirigenti accompagnatori, allenatori e tutte quelle persone che, con incarichi diversi, gravitano attorno alla società sportiva.
Da evidenziare il fatto che tutti questi utenti navigano i siti web in maniera approfondita per diversi minuti al giorno perché direttamente interessati e coinvolti nella gestione societaria. Se poi a queste persone aggiungiamo la cerchia dei tifosi, degli amici e dei conoscenti che anche solo per curiosità accedono ai siti internet, diventa evidente come il target raggiunto attraverso i siti GIOCA sia eterogeneo.

Dai dati in nostro possesso abbiamo verificato che i navigatori dei siti GIOCA coprono diverse fasce d’età, dai 13 ai 55 anni. Tuttavia, l’utente tipo è il giovane di età compresa tra i 15 e i 35 anni, identificato come il maggiore utilizzatore - “in modo attivo” - dei servizi offerti da GIOCA via web.

Ciò significa avere a disposizione un bacino d’utenza di dimensioni pressoché illimitate, con particolare rilevanza della fascia d’età più appetibile per l’advertising.

Oltre ad un sito accattivante, innovativo e completamente gratuito, GIOCA offre ogni anno alle società sportive un’alta percentuale dei ricavi provenienti dagli inserzionisti nazionali.
I siti GIOCA sono ricchi di immagini e informazioni, completi e interattivi, con dati anagrafici e foto a colori di tutti i tesserati (dirigenti e giocatori, anche i più giovani), con sezioni riservate alla società (cenni storici e interviste), bacheche, gallerie per gli sponsor e con una veste grafica moderna e accattivante. Ci sono inoltre numerose sezioni dinamiche come i sondaggi settimanali, i concorsi a premi o i forum per rendere il sito GIOCA unico e inimitabile, per rendere il sito GIOCA una vera e propria piazza virtuale del paese.
Il target dei siti GIOCA è composto prevalentemente da persone di età compresa tra i 15 e i 35 anni, che a loro volta coinvolgono genitori e parenti. I giocatori, tu
tti i tesserati, i familiari e ogni tifoso vedrà i nostri inserzionisti come loro partner: un rapporto di fiducia, e di reciproca convenienza, che garantisce agli inserzionisti un valore emotivo ineguagliabile, enormemente più alto di quello di qualsiasi altro media. Pensate, ad esempio, all’attaccante ventenne della prima squadra che accanto alla propria foto vedrà il Vostro banner con il Vostro brand.

Per queste caratteristiche, oltre che per la sua capacità di raggiungere un vastissimo (e mirato) numero di utenti, GIOCA rappresenta un eccezionale e innovativo veicolo pubblicitario.

In sintesi, investire in GIOCA significa da un lato far conoscere i propri prodotti/servizi agli atleti e decision maker delle società sportive; dall’altro vuol dire offrire un fondamentale sostegno a piccole società sportive che con sempre maggiore difficoltà trovano il modo di autofinanziarsi. Questo poiché GIOCA, alla fine di ogni anno, divide con le società sportive affiliate al Circuito una percentuale dei ricavi ottenuti dai propri inserzionisti. Ciò implica che l’inserzionista diventa sponsor “diretto” della società sportiva, mentre la stessa società sportiva sarà stimolata a “pubblicizzare” i prodotti e i servizi dello sponsor ai propri tifosi e tesserati.


Potete visitare un sito di esempio all’indirizzo: www.rinascitarutiglianese.it

Ulteriori specifiche si possono trovare all’indirizzo www.circuitogioca.it oppure potete contattarmi



venerdì, maggio 16, 2008

Nuovo Spot CERES BEER di PBCOM



La nuova comunicazione Ceres firmata PBCOM si pone come obiettivo quello di utilizzare la musica come veicolo di contagio per trasformare la comunicazione in fenomeno virale: non si tratta di un semplice spot, ma di una vera e propria operazione multimediale in cui si intende “fingere” il lancio di una nuova band, gli irriverenti The True Heads.
Un mix di realismo e grottesco, che conferma lo stile distintivo diventato patrimonio della brand: l’ambiente trash-suburbano, la notte, il divertimento. Il commercial è stato prodotto come fosse una vera e propria clip musicale, con tanto di date dei concerti in super. Perché il prossimo appuntamento con The True Heads sarà il 26 maggio sul sito http://www.ceres.com/ dove verrà presentato il video ufficiale, cui seguiranno una serie di iniziative legate al mondo di Internet, tra cui contenuti speciali e uno spazio su MySpace, grazie ai quali, forse, scopriremo qualcosa di più sulla misteriosa identità della band… Ogni personaggio ha infatti un nome, un carattere e delle idee ben precise, e presto si scoprirà! Sono inoltre previsti oltre 30.000 passaggi in 260 schermi cinematografici distribuiti sul territorio nazionale.
Lo spot, in versione 15’’ e 30’’, è stato girato a Vilnius da Magnet Films. La casa di post-produzione è Rushes (http://www.rushes.co.uk/), leader nell’animazione, computer graphics, motion control e picture manipulation. Si tratta di un progetto ardito e notevole anche dal punto di vista tecnico e stilistico: una contaminazione tra umano, realtà e 3D. Sotto la supervisione di Mark Williams, ciascun animatore ha modellato una testa “virtuale” sopra il corpo “reale” dei 4 musicisti: ogni personaggio ha un proprio carattere ben delineato e il loro compito è stato quello di ricreare ogni “mood” nella sua distintività. Una delle difficoltà maggiori nel trasferire disegni 2D nel mondo 3D è stata la bocca: per mantenere il controllo dei movimenti e i volumi delle labbra è stata utilizzata una particolare e nuova tecnica di rigging.




PRESS RELEASE CREDITS


Title: Band
Product: Ceres Beer

Agency: PBCOM
Creative Director: Duri Bardola
Strategic Planner: Bruno Buzzo
Media Buyer: Marina Casalegno
Copy Writer: Raffaella Banchero
Account: Emanuela Raggio
Agency Producer: Diana Buzzo
Illustrator: Enrico Macchiavello

Production Company: Magnet Films
Director: Ignas Jonynas
Manager: Indre Milaseviciute
Executive Producer: Linas Martinkenas
Producer: Laura Tamosiunaite
Post Facility: Rushes
Rushes Producer: Emma Watterson
Telecine: Simone Grattarola
VFX: Adam Watson (pack shot, Flame)
Shake: Alex Llewellyn
3D Supervisor: Mark Williams
Animation and Tracking: Craig Travis, Charles Beglan, George Barbour
Lighting and Texture: Alex Jenyon, Angel Noble, Lee Tibbetts, Jamshed Soori
Rotoscoping: Joe Dymond, Anthony Laranjo, Noel Harmes, Dan Alterman

giovedì, maggio 15, 2008

Il Lenticolare una tecnica sempre più diffusa

Il lenticolare è la tecnologia che permette di aggiungere effetti di dinamicità e 3Dimensionalità a qualsiasi stampa.Ai massimi livelli gli artisti di tutto il mondo utilizzano oggi la tecnica lenticolare per aumentare le possibilità di espressione, troviamo tra questi Ara Stark , figlia del noto designer Philippe e già protagonista dell’allestimento dell’hotel parigino Le Maurice, a inaugurare il 21 Maggio a Parigi una mostra di quadri lenticolari Beltrand Berrocal in Spagna tramite l’utilizzo del lenticolare riesce ad esprimere l’azione insita nelle opere del grande Miguel Berrocal.Il museo Baccarat ha utilizzato pannelli lenticolari per giocare sui riflessi che caratterizzano i loro cristalli, e Peter Marino architetto Newyorkese ha scelto il lenticolare per l’allestimento di un lenticular wall nella ristrutturazione dei negozi di Ermenegildo Zegna di Milano e New York.

Parallelamente la pubblicità Esterna di qualità trova oggi grazie alla tecnica lenticolare l’innovazione pratica ed efficace che ha sempre cercato e che gli consente di attrarre l’osservatore creando un canale preferenziale nella comunicazione.Per questi motivi hanno scelto il lenticolare in tutto il mondo importanti brand quali NIVEA, Lancia, Ferrero, Gillette, Braun, Manijia Duomax, Gazzetta dello Sport e Birra Moretti.Dall’arte alle comunicazioni OOH (Out of Home) in Italia e nel resto del mondo la tecnica lenticolare si sta affermando e diffondendo come la rivoluzione pratica ed efficace in grado di dare Dinamismo e 3Dimensionalità alle immagini.
Per maggiori informazioni. www.lenticolare.it